gaggio


Ricerche correlate a gaggio: gaggia

GAGGIO.

Pegno, ma di cose di guerra, e di cavallería, ostaggio. Lat. pignus, obses.
G. V. 10. 136. 1. Il detto Mess. Marco non volle ritornare a Lucca, perocchè era in gaggio, per lo Bavero, a' Cavalieri del Cerrúglio. E lib. 11. 86. 1. Lo Re di Francia accettò la battaglia, e prese il Gaggio.
Liv. M. Mandaron sergenti, per le magioni de' Senatori, a pigliare i gaggi.
N. ant. 83. 3. S' ingaggiaro, chi avesse più bella spada, e sodò il gaggio, ec.
Valer. Mass. Alla per fine, non so io, se 'l petto di Massinissa Re, grandemente fu ripieno di gaggi d' animo conoscente [cioè d' effetti, e segnali di gratitudine].
¶ Per sicurtà, sodo, e mallevería. Lat. vadimonium, pignus.
Valer. Mass. Comandò, che coloro, che venivano alla sua seggia giudiciale, a domandar ragione, dessero gaggio, che nella sua magione, ec.
¶ Per istipendio. Lat. stipendium.
G. V. 11. 76. 3. Avea gran tesoro raunato, e a' suo' gaggi al continuo tenea cinquecento Cavalieri. E cap. 84. 2. Tutta questa gente, o la maggior parte, furono a gaggi, o provvision del Re d' Inghilterra.
¶ Per ricompensa. Lat. hostimentum.
Dan. Par. 6. Ma nel commensurar de' nostri gaggi, Col merto, è parte di nostra letizia.