ghiotto

ghiotto

('gjot:o)
aggettivo
1. persona avido di cibo, di cose buone essere ghiotto di cioccolato
2. figurato persona desideroso o appassionato di qlco ghiotto di pettegolezzi ghiotto di riviste
3. cibo che stimola l'appetito una pietanza ghiotta
4. cosa che stimola la curiosità una notizia ghiotta

GHIOTTO.

vizioso di vizio di gola, goloso, avido di cibi dilicati. Lat. gluto, gulosus, heluo.
Dan. Par. c. 11. Ma il suo peculio di nuova vivanda, è fatto ghiotto.
¶ GHIOTTA sust. in terminazion femm. diciamo a un tegame di forma ovata, che si mette sotto l' arrosto, infilzato nello schidione, quando si cuoce, per raccor l' unto, ch' esce da esso.
¶ Per bramoso semplicemente. Lat. avidus, cupidus.
Dan. Inf. c. 16. Che di loro abbracciar mi facea ghiotto.
¶ Per vizioso, e di male affare. Lat. improbus, facinorosus.
Petr. huom. Ill. Indegno, e ignorante di tutte le cose fatte, per quegli scellerati ghiotti.
Lab. n. 221. Donando a ruffiane, e spendendo in cose ghiotte, ed in lisci [cioè vivande esquisite, e da ghiotti]
Traduzioni

ghiotto

алчен, лаком

ghiotto

haris, porkhor, šekam-parast

ghiotto

glutte, glutton, gourmand, vorace

ghiotto

mâncăcios

ghiotto

/a [ˈgjotto] agg (persona) ghiotto (di)greedy (for); (cibi) → appetizing, delicious (fig) (notizia) → juicy