giacere

(Reindirizzato da giacessimo)

giacere

(dʒa'tʃere)
verbo intransitivo aus. essere, raro avere
1. stare disteso, coricato giacere a terra
iscrizione sulle tombe qui è sepolto
2. letterario essere situato, collocato Il paese giace in una valle.
3. figurato essere inattivo o abbandonato giacere nell'ozio giacere incustodito

GIACERE.

Star col corpo disteso. Lat. Iacere.
Bocc. nov. 1. 11. Vicini della camera, dove Ser Ciappelletto giaceva infermo. E nov. 13. 16. E similmente avea sentito, dove Alessandro s' era a giacer messo.
Dan. Inf. c. 10. Dissemi, qui, con più di mille giaccio. E Par. c. 25. Questi è colui, che giacque sopra 'l petto Del nostro Pellicano [cioè posò il capo]
Petr. canz. 39. 1. Degno è, che, mal suo grado, a terra giaccia.
¶ Per metaf.
Petr. Canz. 4. 3. Allor, che fulminato, e morto giacque Il mio sperar [cioè ch' io fui in tutto privo della speranza] E canz. 5. 4. Una parte del Mondo è, che si giace Mai sempre in ghiaccio, ed in gelate nevi [cioè è situato, e posto] Lat. iacere, situm esse.
Dan. Inf. c. 19. Ed egli a me, se tu vuo', ch' io ti porti, Laggiù, per quella ripa, che più giace [cioè, ch' è più profonda]
¶ Per consistere. L. consistere, pendere.
Dan. Par. c. 2. Nella cui virtute L' esser di tutto suo contento giace.
¶ Per lo covare, e stagnar dell' acqua. Lat. Stagnare.
Tes. Br. 3. 2. Per l' umidóre dell' acqua, che vi giace entro troppo lungamente.
E da GIACERE GIACITOIO che vale luogo ove si giace.
Traduzioni

giacere

lie, rest

giacere

jazer

giacere

лежа

giacere

ligge

giacere

kuŝi

giacere

allectar, cubar, jacer

giacere

zăcea

giacere

tandama, uongo, vama

giacere

uzanmak, yatmak

giacere

ležet

giacere

[dʒaˈtʃere] vi irreg (aus essere) (gen) → to lie (Fin) (capitale) → to lie idle
il paese giace ai piedi della montagna → the village lies o is situated at the foot of the mountain
giacere nell'ozio → to live in idleness
la mia domanda giace ancora negli uffici del consolato → my application is still buried somewhere in the consulate