grande

grande

('grande)
aggettivo può essere usato nella forma "gran" davanti a consonanti eccetto "s"+consonante, "z", "x", "gn", "ps"
1. superiore alla misura ordinaria per dimensione, qualità, dote e sim. una grande città Ci vuole gran coraggio. Ho una gran fame.
2. davanti ad aggettivo, conferisce significato superlativo un gran bel ragazzo
3. persona che eccelle sugli altri un grande uomo politico una grande attrice
4. segue il nome di sovrani, o precede quello di alcuni titoli Pietro il Grande grand'ammiraglio
5. familiare in età adulta Quando sarai grande deciderai da solo.
6. alto di statura un ragazzo grande e grosso
7. di un certo rilievo una grande invenzione
8. di importanza solenne grandi festeggiamenti
9. seguito da numeri indica una certa misura un appartamento grande cento metri quadri

grande


nome maschile
1. persona adulta un film per grandi
in età adulta
2. persona che eccelle per ingegno, potenza e sim. i grandi della musica classica i grandi dell'antichità
3. gerg. persona particolarmente abile Ce l'ha fatta, è un grande!
in gran quantità o misura fare le cose in grande
con grande sfarzo

GRANDE.

Avverb. e vale grandemente, e fortemente.
Bocc. n. 14. 19. Solutosi subitamente nell' aere un groppo di vento, e percosso nel Mare, sì grande in questa cassa diede, e la cassa nella tavola, che, ec. [cioè così grandemente, e così fortemente]

GRANDE.

Sust. Era quegli nella Repub. di Firenze, che, per nobiltà, e ricchezze eccedeva gli altri, e perciò era privo de' magistrati. Latin. magnatus.
M. V. 2. 9. Per l' operazioni de' Cittadini, grandi e popolani.
G. V. lib. 12. 17. 1. A' grandi parea loro ragionevole, sì come erano stati principali a ricoverare la libertà del Comune, d' avere parte negli ufici del Priorato.
¶ Da questo il detto dello Stare in sul grande, che nello stesso significato si dice Star sul mille, su 'l severo, sul quanquam, che il Bern. Rim. disse anche Far del grande.
Bern. Rim. Perch' ell' è vergognosa, e fa del grande. Lat. magnos spiritus habere. Flos. 352. E vale tenere una certa gravità, più che conveniente al suo grado.

GRANDE.

Add. abbondante di quantità. Lat. magnus, grandis.
Dan. Inf. c. 3. Vidi gente alla riva d' un gran fiume. E can. 14. Chi è quel grande, che non par che curi lo 'nferno?
Bocc. n. 6. 3. Sentendo che li suo' poderi eran grandi e ben tirata la borsa.
Petr. canz. 4. 6. Gran tempo umido tenni quel viaggio.
¶ Per similit. abbondanza, e copia, od eccellenza a tutte quelle cose, alle quali s' aggiugne. Lat. magnus, excelsus, egregius.
Dan. Purg. 22. Perch' egli è glorioso, e tanto grande. E Par. 24. O sodalizio eletto alla gran cena.
Petr. canz. 5. 6. Al grande Augusto, che di verde Lauro, Tre volte, trionfando, ornò la chioma.
Bocc. n. 1. 8. Bevitor grande tanto, che alcuna volta sconciamente gli facea noia. E nov. 13. 9. Con gran piacere di ciascuna delle parti. E nov. 42. 15. In grande, e ricco stato. E nov. 7. 6. Fu oltre ad ogni altro grande, e presto versificatore. E nov. 14. 4. Gli convenne far gran mercato di ciò, che portato avea [cioè darla a vil prezzo, cioè copia di buon mercato]. E nov. 69. 29. Gran cosa mi parrebbe, che tu il risapessi giammai [cioè maravigliosa cosa]
Traduzioni

grande

grand, super

grande

велик, висок, голям, едър

grande

gran

grande

velký, veliký, významný

grande

stor

grande

granda

grande

azim, bozorg, dorošt, kabir, kalân

grande

adulte, grande, magne

grande

didelis

grande

mare

grande

kubwa, kuu, mkubwa

grande

velykyj

grande

âzeem, baRa, buzurg, faa'iq, kabeer, kalaañ, KHateer

grande

hieno, iso, suuri

grande

velik, značajan

grande

優れた, 大きい, 大きな

grande

중요한, 큰

grande

flott, stor

grande

stor

grande

ใหญ่, ยิ่งใหญ่, สำคัญ

grande

quan trọng, rộng lớn, to lớn