guardiano

guardiano

(gwar'djano) maschile

guardiana

(a) femminile
nome
addetto alla sorveglianza guardiano di un museo guardiano notturno

GUARDIANO.

Che ha uficio, e obbligo di guardare, in senso, di custodíre, custode. Lat. custos.
Maestruz. La pazienza è radice, e guardiana di tutte le virtudi.
Bocc. n. 100. 11. Che non figliuola di Giannucole, e guardiana di pecore pareva stata.
Bocc. nov. 52. 10. Ora, perciocchè io non intendo d' esservene più guardiano, tutto ve l' ho fatto venire.
Lab. n. 186. d' alcuna quantità di danari, ch' io aveva, mia tesoriera, e guardiana non la feci.
¶ Per capo, e governator di conventi di frati. Lat. coenobiarcha. Heteriarcha dice Budéo.
G. V. 12. 100. 1. Il qual trattato si disse menava un frate minore, guardiano de' frati di Monteguarchi.
Traduzioni

guardiano

гвардия, караул, охрана, пост

guardiano

chovatel, hlídač, správce

guardiano

gardien

guardiano

guardiano

guardiano

förmyndare, målsman, uppsyningsman

guardiano

mlinzi

guardiano

bekçi, gardiyan

guardiano

baan, muHaafiz

guardiano

opsynsmand

guardiano

valvoja

guardiano

čuvar

guardiano

管理者

guardiano

관리인

guardiano

opzichter

guardiano

bestyrer

guardiano

wartownik

guardiano

guarda

guardiano

เจ้าหน้าที่ดูแลสถาบัน เช่น หอพักเด็กนักเรียน

guardiano

người giám sát

guardiano

看守人

guardiano

[gwarˈdjano] sm (di carcere) → warder (Brit), guard (Am); (di stabilmento, villa) → caretaker; (di faro, zoo) → keeper; (di museo) → attendant (Rel) (anche padre guardiano) → Father Guardian
guardiano dei porci → swineherd
un guardiano notturno → a night watchman