guastare

(Reindirizzato da guasteranno)

guastare

(gwas’tare)
verbo transitivo
1. ridurre in cattivo stato guastare il motore guastare i denti guastare lo stomaco
2. mandare a male Il caldo eccessivo ha guastato la frutta.
3. turbare il buon andamento o stato di qlco guastare una festa guastare l'umore di qlcu
4. causare un danno morale Le cattive compagnie lo hanno guastato.
5. assol., preceduto da "non" fare male Un po' di allegria non guasta.

GUASTARE.

Tor la forma, e la proporzione alla cosa, sconciare, rovinare. Lat. vastare, corrumpere.
Petr. canz. 29. 4. Guastan del Mondo la più bella parte.
Dan. Inf. c. 33. La bocca sollevò dal fiero pasto Quel peccator, forbendola a' capelli Del capo, ch' egli avea diretro guasto.
G. V. 7. 1. 4. Morì giovane, senza figliuoli, perchè si guastò a tendere un balestro [cioè crepò, s' aperse]
G. V. 9. 173. 1. Fecero rifare il castello di casaglia sopra l' alpi, il quale avea fatto guastare il Conte di Battifolle.
Bocc. n. 45. 4. Temendo essi di non veníre a peggio, e per costei guastare i fatti loro, vennero a concordia, ec. [cioè sconciare]
¶ Per confondere una cosa con l' altra.
Bocc. n. 51. 4. Spesso ne' nomi errando, un per un' altro ponendone, fieramente la guastava.
¶ Per corrompere.
Bocc. nov. 60. 7. Avrebbe forza di guastare ogni lor virtù.
¶ Per infracidare, putrefarsi. Lat. putrefacere, putrefieri.
Bocc. nov. 57. 8. Non è egli molto meglio servirne un gentil' huomo, che più, che se m' ama, che lasciarlo perdere, o guastare? metaf. tolta dalle cose, che si putrefanno, come frutte, e altre cose simili.
¶ Per mandar male, dissipare.
Tes. Br. 7. 49. Chi guasta le sue cose, chiede altrui, quando non ha più che guastare.
¶ Per giustiziare.
Bocc. n. 47. 16. pregò colui, che a guastare il menava, ec.
Nov. ant. 27. 1. Costume era nel reame di Francia, che l' huomo, ch' era giudicato d' esser disonorato, e guasto, sì andava in su la carretta.
GUASTAR la fama, è offenderla, bruttarla, macchiarla.
Bocc. n. 26. 22. Due cose n' avverranno, l' una fia, che 'l vostro onore, e la vostra buona fama sia guasta.
¶ Diciamo in proverbio, Guastando s' impara, e vuol dire, ch' e' bisogna fare, ancorch' e' si faccia male, volendo imparare.
Bern. Orl. E un' altro che dice, che guastando, A poco a poco va l' huomo imparando.
Guastarsi per poco, si dice di chi ha quasi condotto una cosa a perfezione, e poi l' abbandona, per quel po' che vi resta a fare.
Traduzioni

guastare

muck, queer, spoil, to muck up, vitiate, mar (to mar), put out of order (to put out of order)

guastare

глезя, развалям, съсипвам

guastare

kharâb kardan

guastare

bousiller, gâter

guastare

corrumper, guastar, pannar, perverter, vitiar

guastare

strica (se strica)

guastare

[gwasˈtare]
1. vt (danneggiare, gen) → to spoil, ruin; (meccanismo) → to break; (cibo) → to spoil
2. (guastarsi) vip (meccanismo) → to break down; (cibo) → to go bad, go off; (tempo, persona) → to change for the worse