impallidire, e impallidare

IMPALLIDIRE, e IMPALLIDARE.

Divenir pallido. Lat. pallescere.
Filoc. lib. 5. 160. Faccendo ancora talvolta la chiara faccia del Sole impallidire.
Petr. Son. 99. Quel vago impallidir, che 'l dolce riso D' una amorosa nebbia ricoperse. E Son. 299. E spesso tremo, e spesso impallidisco.
Com. Par. c. 1. Quella impallida, consumate le forze, e vinta, per la fatica della sfrenata fuga.