intalentare

INTALENTARE.

Da talento, per voglia, venire in gran desiderio. Lat. incendi, inflammari.
Liv. M. E intalentato della gran beltà de' buoi, maliziosamente si pensò, ec. E appresso. Donde elli fue infiammato, e intalentato duramente. E di sotto. E più furono aizzati, e intalentati di combattere, che non vi fu fatto altra cosa.
N. ant. 51. 5. Signor, questo sprone ci significa, che tutto altresì visti, e altresì intalentati, dovemo essere a nostro Signore, e a fare i suoi comandamenti [cioè essere volonterosi, e presti]
¶ In att. signif. empier di disiderio. L. desiderio inflammare.
Rim. ant. P. N. Fino amor mi conforta, E lo cuor m' intalenta, Ch' io non penta di voi s' io innamorai.