loda, e lode

LODA, e LODE.

Vedi LAUDE.
Albert. cap. 28. Ogni loda nella propria bocca diventa sozza.
Bocc. n. 44. 1. Le lode ascoltando dalle sue compagne date. E g. 6. f. 15. assai di bene, e di lode ne dissero.
Amm. ant. Il non essere in credito de' rei huomini, contalo per gran tua loda.
Dan. Par. c. 10. Di luce in luce, dietro alle mie lode.
Petr. Son. 317. Dammi, Signor, che 'l mio dir giunga al segno Delle sue lode. E canz. 9. 6. E d' altrui loda curerai sì poco.
Petr. Son. 296. Ond' io quanto di lei parlai ne scrissi, Ch' or per lodi, anzi a Dio, preghi mi rende.