mallo

MALLO.

Scorza tenera della noce, o della mandorla, Che cuopre il guscio. Lat. putamen.
Pallad. Marziale dice, che ha provato di tor le noci verdi, monde del mallo, e corteccia, e attuffarle nel mele, e bastanvi verdi più che un' anno.
Morg. Rinaldo il capo pel mezzo gli affetta, Come s' affetta una noce col mallo.
Diciamo Aver mangiato noci, di colui, che dice volentier male.
E da MALLO viene SMALLARE, che è il levare, e tor via il mallo.
Traduzioni

mallo

hull

mallo

[ˈmallo] sm (Bot) → husk