menomanza

MENOMANZA.

Il menomare. Lat. imminutio. Qui mancanza, necessità. Lat. defectus, inopia.
Sen. Pist. Catone menò l' oste per mezzo 'l diserto tutto a piede: vedi che posso sofferir sete, e sofferir menomanza, e necessità d' acque. E appresso. E non dee l' huomo, per sì gran cosa, guadagnar fame, o menomanza. E di sotto. Molti huomini hanno avuto menomanza di tutte le cose. E altrove. Io avrò menomanza, e misagio delle cose necessarie alla vita.
Com. Purg. 13. A schifare cotali vizj, si dee avere in se carità al prossimo, e non istimare, che la gloria del prossimo sia tua menomanza [cioè abbassamento] Lat. depressio.