mente

mente

('mente)
nome femminile
1. l'insieme delle facoltà psichiche e intellettive dell'uomo ragionare col cuore anziché con la mente
riposata e in piena efficienza
con la mente sgombra di preoccupazioni, razionalmente
chi è affetto da malattia mentale
2. la capacità intellettiva di un individuo una mente acuta
3. persona particolarmente intelligente Fu una delle più grandi menti dell'Illuminismo.
4. attenzione del pensiero rivolgere la mente agli anni passati
concentrasi su una cosa Facciamo mente locale sul lavoro sinora svolto.
5. facoltà di memorizzare
ricordare
detto di cosa che viene dimenticata
detto di cosa che si ricorda improvvisamente
6. intenzione di fare qlco
avere l'intenzione di Ho in mente di iscrivermi a un corso, ma non so ancora quale
pensare con determinazione di attuare un progetto Si è messo in mente di comprare casa.

MENTE.

Propriamente la parte più eccellente dell' anima, con la quale l' huomo intende, e conosce: intelletto. Lat. mens, intellectus. Gr.
Bocc. n. 62. 20. Credi tu, marito mio, ch' io sia cieca degli occhi della testa, come tu se cieco di quegli della mente?
Dan. Inf. c. 31. Che dove l' argomento della mente Aggiunto al mal volere.
Petr. Son. 179. Sotto biondi capei canuta mente.
Bocc. n. 16. 1. De' quali, perchè quante volte alcuna cosa si parla, tanto è un destare delle nostre menti.
Por mente, Metter mente, por cura, considerare, affissar lo 'ntelletto. Lat. mentem, adhibere. Flos. 81.
Dan. Par. c. 8. E se 'l Mondo laggiù ponesse mente.
Bocc. n. 68. 20. E se voi il porrete ben mente nel viso, egli è ancora mezzo ebbro.
N. ant. 29. 2. Posesi mente nello suo povero stato, e ricordossi, ec. E nov. 28. 2. Matto è colui, che è sì ardito, che mette la mente di fuor del tondo.
Rim. ant. M. Piero delle Vigne. Non aveva miso mente Allo suo viso piacente.
Dan. Par. 3. Drizza la mente a Dio grata, mi disse.
¶ Talora si piglia per tutta l' anima ragionevole, cioè, per lo 'ntelletto agente, e possibile insieme. Lat. animus.
Dan. Par. 10. Mia mente unita in più cose divise. E Par. 12. Si la sua mente di viva virtude.
¶ Talora per la notizia dubbia dello 'ntelletto possibile. Lat. mens dubia.
Dan. Par. 7. Ma io ti solverò tosto la mente. E di sotto. Ma i' veggio or la tua mente ristretta, Di pensiero in pensier dentro a un nodo.
¶ Talora i Teologi, e i Metafisici chiamano MENTE Iddio, o vero le nature intellettuali. Iddio.
Dan. Par. 2. Dalla mente profonda, che lui volve. E Par. 18. Perch' io prego la mente che s' inizia. Angeli.
Onde Dan. Par. 17. a differenza disse.
Dan. Par. 17. Che come veggion le terrene menti.
¶ Per volontà, affetto. Lat. mens, voluntas.
Bocc. n. 22. 10. Risposele adunque il Re più nella mente, che nelle parole, e nel viso turbato.
Petr. Son. 118. Per tutto ciò la mente non s' acqueta.
N. ant. proem. Acconciate le vostre menti prima nel piacer d' Iddio.
Bocc. g. 10. f. 2. Cose tutte da incitar le deboli menti a cose meno oneste. E lett. Soglionsi adunque, sì come a più savi pare, nella novità degli accidenti, eziandio le menti degli huomini più forti commuovere.
¶ In vece di pensiero, fantasia. Lat. mens, sententia.
M. V. 9. proem. Per meglio dare ad intendere quello, che ci va per la mente, mescoleremo, ec.
Bocc. n. 27. 9. Quanti, e quali fossero gli errori, che poteano cadere nelle menti degli huomini.
Fiamm. lib. 5. 129. Alla qual cosa fare, diversi modi per la mente mi corsero.
¶ Per memoria. Lat. memoria.
But. Mente si chiama perchè si ricorda, e, quando erra in ricordare, non si può degnamente chiamar mente, ma smemoraggine, o vero dimenticaggine.
Dan. Inf. 9. E altro disse, ma non l' ho a mente.
N. ant. 91. 1. Certo io non l' ho bene a mente.
Bocc. n. 18. 32. E come Iddio la sua sorella dimenticata non avea, così similmente d' aver lui a mente dimostrò.
Sapere a mente. Lat. Scire memoriter. Tenere a mente. Lat. mente tenere. Uscir di mente, oblivisci.
Bocc. n. 70. 10. Uno che pareva che tutti i miei peccati sapesse a mente. E nov. 17. 58. Ottimamente gli ammaestramenti d' Antigono aveva tenuti a mente.
Lab. n. 60. Tu eri a te medesimo uscito di mente.
¶ Pe coscienza. Lat. conscientia.
Caval. discipl. Spiritual. La mente sicura si è quasi un continuo convito, là dove l' allegrezza del Mondo, non solo non può esser continua, ma genera molto tedio, e rincresce.
Traduzioni

mente

дух, духовитост, душа, привидение, призрак, съзнание, ум

mente

sind

mente

menso

mente

fekr, zehn

mente

esprit

mente

animo, mente

mente

duch, umysł

mente

duh, fantomă, minte, spirit, stafie

mente

akili

mente

aatmaa, himmat, khaatir, manish, qalb, zameer

mente

mysl

mente

mieli

mente

um

mente

mente

마음

mente

sinn

mente

mente

mente

hjärna

mente

จิตใจ

mente

tâm trí

mente

头脑

mente

[ˈmente] sf
a. (gen) (fig) → mind
mente aperta/lucida → open/clear mind
mente agile/acuta → quick/sharp mind
mente malata → sick mind
malato di mente → mentally ill
avevo la mente altrove → my mind was elsewhere, I was miles away
b. (fraseologia) a mente freddaobjectively
rivedere qc a mente fresca → to take another look at sth when one's mind is fresh
a mente serena → calmly
avere in mente qc/qn → to have sth/sb in mind
lo ha sempre in mente → she's always thinking of him
avere in mente di fare qc → to intend to do sth
lasciami fare mente locale → let me think
fare venire in mente qc a qn → to remind sb of sth
mettersi in mente di fare qc → to make up one's mind to do sth
mi è scappato di mente ciò che ti volevo dire → I've forgotten what I was going to say to you
volevo farlo ma mi è scappato di mente → I meant to do it, but it went out of my head o slipped my mind
ma cosa ti salta in mente? → what are you thinking of?
tenere a mente qc → to bear sth in mind
toglitelo dalla mente → forget about it, put it out of your mind
mi è tornato in mente quell'indirizzo → that address has come back to me, I've remembered that address
mi è venuto in mente che... → it occurred to me that ...
non mi passa neppure per la mente → I wouldn't even consider it