meschita

MESCHITA.

Dan. Inf. c. 8. Ed io, Maestro, già le sue meschite, Là entro certo nella vale cerno, Vermiglie. come se di fuoco uscite.
But. Già le sue meschite, cioè torri, ò campanili della Città predetta. MESCHITA è vocabol Saracinesco ed è luogo, dove li Saracini vanno ad adorare: e perchè que' luoghi hanno torri, a modo di campanili, ove montano li Sacerdoti loro a chiamar lo popolo, che vada ad adorare Iddio, però l' Autore chiama le torri di Dite MESCHITE.