misagio

MISAGIO.

Disagio. Lat. incommodum.
G. V. 9. 320. 2. Faccendo loro far tormenti, e grandi misagi, sanza niuna umanità.
Sen. Pist. In loro non ha fior d' agio, e se ve n' ha fiore, e' v' ha assai più misagio.
Amm. ant. Nel misagio vaglion peggio le zampogne, che esso misagio. E appresso. Chi teme lo misagio, di rado vi viene.