mettere

(Reindirizzato da misi)

mettere

('met:ere)
verbo transitivo
1. figurato collocare qlco / qlcu in un determinato luogo mettere un bambino a letto mettere i soldi in banca mettere il latte nella tazza mettere un'idea in testa a qlcu
a. riporre in un luogo Metti via i giochi e vieni a tavola.
b. mettere da parte come riserva mettere via i soldi per comprare la casa

riunire, radunare
guardare con un certo interesse una persona
2. indossare un abito mettere il cappotto
3. aggiungere una cosa in un'altra mettere le uova nell'impasto mettere il punto alla fine della frase Lo metta sul mio conto per favore.
4. formulare un'ipotesi Mettiamo che decida di venire.
5. infondere una sensazione mettere paura mettere tranquillità
6. con la particella "ci" impiegare forze o tempo Ce l'ho messa tutta. Quanto ci metteremo ad arrivare?
7. unito a sostantivi / verbi tramite la preposizione "a"
partorire
figurato fucilare
svelare, rivelare
scacciare bruscamente
costringerlo
informare
sistemare qlco
dargli una lezione
colpire con precisione un bersaglio
iniziare qlco
8. unito a sostantivi tramite la preposizione "in"
diffondere
attuare, realizzare
rendere più evidente
far scappare
lasciare libero
divulgare

METTERE.

Por dentro, inchiudere. Lat. ponere includere, collocare.
Bocc. Introd. n. 24. Si facevano, ec. fosse grandissime, nelle quali a centinaia, sì mettevano i sopravvegnenti, e in quelle stivati, come si mettono le mercatantie nelle navi a suolo, a suolo. E nov. 19. 16. E ogni cosa nella cassa sua messa.
G. V. 1. 3. 1. Dal fiume di Tanai in Soldania, che mette foce in sul Mar maggiore [cioè entra] Lat. influere.
¶ In vece di porre, e collocare.
Boc. n. 21. 9. Appresso a questo gli mise innanzi certi ceppi. E nov. 54. 3. Acconcia la grù, la mise a fuoco.
¶ Per metaf.
Petr. Son. 258. Come m' avete in basso stato messo [cioè abbassato] Lat. deprimere.
G. V. 11. 117. 9. E misono a fuoco a capo di due ponti di legname, che allora v' erano [cioè attaccaron fuoco]
Bocc. n. 31. 14. Di che tu in grandissimo affanno d' animo messo m' hai [cioè forte travagliato] Lat. divexare, angore afficere.
Petr. cap. 2. Avendo in quel somm' huom tutto 'l cuor messo [cioè posta ogni fede in lui]
Metter nell' animo. Lat. in animum inijcere.
Bocc. n. 48. 7. Questa cosa ad un' ora meraviglia, e spavento gli mise nell' animo.
Mettersi una veste. Lat. veste se induere.
Bocc. n. 79. 37. Mi metterò la mia roba dello scarlatto.
Mettere alla pruova. Lat. exponere ad periculum.
Bocc. n. 18. 31. Lasciò star le parole, e pensossi metterla alla pruova.
Metter nella via, cioè insegnare. Lat. viam monstrare.
Bocc. n. 30. 2. A lui ten' andrai, e misela nella via.
Diciamo anche Mettere per la via.
¶ Per entrare. Lat. ingredi.
Dan. Par. 3. Non vi mettete in pelago, che, forse Perdendo me rimarreste smarriti.
Petr. Son. 241. Quante fiate sol pien di sospetto, Per luoghi ombrosi, e foschi mi son messo?
Bocc. n. 18. 34. Perchè messesi in cammino [cioè avviatesi] Lat. viam arripere. Introd. n. 54. Con lento passo si misero per un giardino.
¶ Per introdurre, e far ricevere L. introducere.
Boc. n. 79. 24. E chi è Capitano, può molto in mettervi, e fare, che messo vi sia, chi egli vuole.
Metter compassione muovere a compassione. Lat. misericordiam concitare.
Bocc. nov. 82. 8. La giovane vergognosa, e timida, non sapeva, che si rispondere, ma, tacendo, di se metteva compassion nell' altre.
¶ Per indursi, muoversi, imprendere. Lat. aggredi.
Boc. n. 28. 9. Voi potete non meno adoperar per me, che sia quello, che io mi metto a far per voi. E n. 29. 21. Essa ad onesto fine, a far ciò, si metteva. E n. 24. 7. Affermando, che se tal fosse, che esso seguir la potesse, di mettervisi. E n. 30. 10. Messosi a cercarla, e ritrovatola. E n. 13. 18. Messo si era a prestare a baroni sopra castella.
Bocc. nov. 25. 2. Reputo gran follía di chi si mette, senza bisogno, a tentar le forze dell' altrui ingegno.
¶ Per pullulare, germinare. Latin. pullulare, germinare.
Cr. 2. 9. 6. Quando andrà tutta la virtù nella pianta, imperocchè già ha tratto in se l' umore, e 'l calore, per lo quale pullula, e mette. E lib. 11. 11. 3. E quelle, che son nella concavità della terra, allora metteranno, e, aiutate dal Sole temperato, germoglieranno.
¶ Per similit.
Petr. Son. 281. E questo il nido, in cui la mia Fenice Mise l' aurate, e le purpuree penne?
¶ Per cavare, ma con la parola, fuori. Lat. eximere.
Bocc. n. 12. 18. Per quello usciuólo onde era entrato, il mise fuori.
¶ Per depositare. Lat. deponere.
Bocc. n. 19. 12. Metti cinque mila fiorin d' oro de' tuoi, ec. contro a mille de' miei. E nov. 56. 4. E s' egli ci ha niuno, che voglia metter su una cena, a doverla dare, a chi vince, con sei compagni, io la metterò volentieri [cioè depositar la valuta]
Mettere in avventura, arrischiare. Lat. Fortunae committere.
Bocc. n. 19. 16. In disiderio aveste di mettere in avventura la vita sua.
Mettersi in cuore, in sign. neut. pass. deliberarsi. Lat. constituere, deliberare.
Bocc. n. 48. 3. molte volte si mise nel cuore di doverla del tutto lasciare.
¶ In signif. att. metter nel capo nel cuore, persuadere. Lat. persuadere.
Bocc. n. 1. E come esso a pena gli avea potuto metter nel capo, ec.
Mettere in novelle. burlare. Lat. deridere, illudere.
Bocc. n. 21. 11. Incominciarono a dargli noia, e a metterlo in novelle.
Mettere in faccende. dare da fare. Lat. negocium imponere.
Bocc. n. 15. 5. Mise la vecchia in faccenda, per tutto 'l giorno.
Mettere in assetto, assettare, accomodare. Lat. aptare, accommodare.
Bocc. n. 17. 29. Tutti i suo' cavalli, e le sue cose, fece mettere in assetto.
Mettere in abbandono. trascurare, abbandonare. Lat. deserere, negligere, contemnere.
Bocc. Introd. n. 12. Aveva, sì come se, le sue cose messe in abbandono.
Mettere in opera, cercar d' effettuare.
Bocc. Introd. n. 11. Il mettevano in opera a lor potere.
Metter tra le mani, o nelle mani. dare in potere, raccomandare. Lat. alicuius fidei commendare, tradere.
Bocc. n. 27. 4. Gran parte de' fatti suoi mettendogli tra le mani.
Mettere in voce, cercar domandando. Lat. inquirere.
N. ant. 19. 1. Li Siniscalchi, al levar delle tavole, riguardaro l' ariento, trovaronlo meno, cominciarono a metterlo in voce, e a cercare a' Cavalieri alle porte.
Metter la tavola. apprestar la mensa. Lat. mensam parare.
Bocc. n. 29. 10. Le tavole messe alla reale.
Metter tavola. far convito. Lat. convivium facere.
Bocc. n. 59. 3. Tutti mettevan tavola, ciascuno il suo di.
Mettere strida. stridere. Lat. vociferari, stridere.
Bocc. n. 15. 38. Mise uno strido grandissimo, e presto dell' arca si gittò.
Metter guai. piagner forte, guaíre. Lat. illacrimari.
Bocc. n. 48. 6. Gli parve udire un grandissimo pianto, e guai altissimi, messi da una donna.
METTER RAGIONE, calculare, far conto, riandare diligentemente, esaminare. Lat. perpendere, examinare.
Dialog. S. Greg. M. La qual cosa udendo la moglie, mise ragione, e trovò, che in que' dì, ec.
Amm. ant. La sera metti ragion del passato dì, e fa ordinamento della notte vegnente.
Metter mente. por mente, considerare. Lat. mentem adhibere, animadvertere.
M. Pier delle Vigne. Rim. ant. Non avea miso mente, allo viso piacente.
Metter bene. essere utile, tornare in acconcio. Latin. conducere, expedire.
Amm. ant. A neuno huomo mette bene in voler far quello, che natura gli nega.
M. V. 3. 28. Avea mostrato più volte di tenerla, quando per lo Re d' Ungheria, e quando per lo Re Luigi, come ben gli mettea.
Mettere a fuoco, e fiamma. impetuosamente abbruciare. Latin. perdere, depopulari.
G. V. 1. 14. 2. Di notte v' entraro, e rubarla, e miserla tutta a fuoco, e fiamma.
Metter consiglio. maturamente discorrere, ed esaminare. Latin. perpendere, excutere.
G. V. 11. 117. 2. Acciocchè mettano consiglio, e riparo a simili casi.
Mettersi per servidore. andare a star con altri. Lat. Alicui se in servitutem dare.
Bocc. n. 27. 3. Con lui si mise per servidore.
Metter neve. cader neve da Cielo, nevicare. Latin. ningere.
Bocc. n. 77. 16. S' è messa la più folta neve del mondo, e nevica tuttavia.
Metter vento. cominciare a soffiare, tirare. Lat. ventus flare coepit.
Bocc. n. 14. 8. Nel far della sera si mise un vento tempestoso.
Traduzioni

mettere

surmeti, meti

mettere

położyć

mettere

влагам, внасям, обувам, подлагам, полагам, поставям, слагам, тикам

mettere

posar

mettere

položit, uložit, vložit

mettere

sætte, stille

mettere

gozâštan [gozâr-], nahâdan

mettere

collocar, deponer, mitter, placiar, poner, reponer

mettere

padeti

mettere

pune

mettere

placera, sätta, lägga

mettere

weka

mettere

koymak

mettere

nadiahaty, odiahnuty, odiahty

mettere

يَضَع

mettere

βάζω

mettere

asettaa

mettere

staviti

mettere

置く

mettere

놓다

mettere

legge

mettere

pôr, colocar

mettere

วาง

mettere

để

mettere

mettere

לשים

mettere

[ˈmettere] vb irreg
1. vt
a. (porre) → to put
dove hai messo la mia penna? → where did you put my pen?
guarda dove metti i piedi → be careful where you step
gli ha messo una mano sulla spalla → he put o laid a hand on his shoulder
mettere qc diritto → to put o set sth straight
mettere un bambino a letto → to put a child to bed
mettere un annuncio sul giornale → to put an advert in the paper
mettere il lavoro al di sopra di tutto → to put work before all else
quando si mette una cosa in testa... → when he gets an idea into his head ...
mettere qn sulla strada giusta (fig) → to set sb right
b. (infondere) mettere fame/allegria/malinconia a qnto make sb (feel) hungry/happy/sad
c. (anche mettersi) (abito, indossare) → to put on; (portare) → to wear
non metto più quelle scarpe → I've stopped wearing those shoes
mettersi il cappello → to put on one's hat
non so cosa mettermi → I don't know what to wear
ma che cosa ti sei messo? → what on earth have you got on?
d. (installare, telefono, gas, finestre) → to put in; (acqua) → to lay on
e. (sveglia, allarme) → to set
hai messo la sicura? (Aut) → have you locked the door?
f. (supporre) mettiamo che...let's suppose o say that ...
g. metterci, metterci molta cura/molto tempoto take a lot of care/a lot of time
ci ho messo 3 ore per venire → it's taken me 3 hours to get here
mettercela tutta → to do one's utmost
h. (fraseologia) mettere a confrontoto compare
mettere in conto (somma ecc) → to put on account
mettere qn contro qn (fig) → to turn sb against sb
mettere qn al corrente di qc → to put sb in the picture about sth
mettere dentro qn (fam) (imprigionare) → to put sb inside
mettere in giro (pettegolezzi, voci) → to spread
mettere insieme (gen) → to put together (organizzare, spettacolo, gruppo) → to organize, get together (soldi) → to save
mettere in luce (problemi, errori) → to show up, highlight
mettere qn a sedere → to sit sb down
mettere sotto (sopraffare) → to get the better of
mettere su il caffè (fam) → to put the coffee on
mettere su casa → to set up house
mettere su un negozio → to start a shop
mettere su pancia → to develop a paunch
mettere su peso → to put on weight
mettere a tacere qn/qc → to keep sb/sth quiet
mettere via → to put away
2. (mettersi) vr
a.to put o.s.
non metterti là (seduto) → don't sit there (in piedi) → don't stand there
mettersi a sedere → to sit down
mettersi a letto → to go to bed (malato) → to take to one's bed
b. (vestirsi) mettersi in costumeto put on one's swimming things
ti dispiace se mi metto in maniche di camicia? → do you mind if I take off my jacket?
c. (in gruppo) mettersi in societàto set up in business
si sono messi insieme (coppia) → they've started going out together (Brit) o dating (Am)
3. (mettersi) vip
a. (incominciare) mettersi a piangere/ridereto start crying/laughing, start o begin to cry/laugh
mettersi a bere → to take to drink
mettersi al lavoro → to set to work
b. (prendere un andamento) si mette al bello (tempo) → the weather's turning fine
mettersi bene/male (faccenda) → to turn out well/badly
vediamo come si mettono le cose → let's see how things go