morbidezza

morbidezza

(morbi'det:sa)
nome femminile
1. l'essere morbido, soffice e sim. la morbidezza di un tessuto
2. l'essere docile, delicato e sim. morbidezza di carattere
3. l'essere armonico e sim. morbidezza di suoni morbidezza di una statua

MORBIDEZZA.

Astratto di morbido. Lat. mollitudo.
Cr. 9. 4. 1. La lana, per sua morbidezza, e più adatta a ciò, che il lino, o la canapa.
¶ Per delizie. Lat. deliciae.
Bocc. n. 60. 12. Perciocchè non erano ancora le morbidezze d' Egitto, ec. trapassate in Toscana.
Lab. n. 138. Tanti vezzi, tante ciance, tanta morbidezza.
G. V. 6. 77. 3. E, con la loro grossa vita, e povertà, feciono maggiori e più virtudiose opere, che non sono fatte a' nostri tempi, con più morbidezza, e ricchezza.
M. V. 9. 59. Per morbidezza di nuova fortuna, era divenuto dissoluto, e crudele.
Traduzioni

morbidezza

softness

morbidezza

Weichheit

morbidezza

blandura, suavidad

morbidezza

mollessa, morbiditate, suavitate, teneressa

morbidezza

ulaini

morbidezza

mjukhet

morbidezza

부드러움

morbidezza

blødhed

morbidezza

suavidade

morbidezza

douceur

morbidezza

zachtheid

morbidezza

柔软

morbidezza

רכות

morbidezza

柔軟

morbidezza

Měkkost

morbidezza

[morbiˈdettsa] sf (vedi agg) → softness, tenderness; (XXX) → smoothness