muovere

(Reindirizzato da muoveranno)

muovere

('mwɔvere)
verbo transitivo
1. spostare da una posizione a un'altra, o da un luogo a un altro muovere le mani muovere le sedie da una stanza all'altra
a. cominciare a camminare Il bambino sta muovendo i primi passi.
b. figurato intraprendere un'attività muovere i primi passi nel mondo del lavoro

figurato
a. stare in ozio Non ho mosso un dito per tutta la vacanza.
b. non fare niente per aiutare qlcu Non ha mosso un dito per sua mamma.
2. dare l'avvio a un'azione, spec. ostile muovere un attacco muovere un rimprovero muovere delle accuse
3. sentimento suscitare un sentimento muovere il pianto muovere a pietà

muovere


verbo intransitivo aus. essere, avere
1. andare in una direzione muovere incontro a qlcu
2. prendere origine una scelta che muove da valide motivazioni un ragionamento che muove da premesse errate

MUOVERE.

Dar moto. Lat. movere.
Petr. canz. 11. 2. Non spero che giammai dal pigro sonno. Muova la testa, per chiamar, ch' huom faccia. E Son. 35. Per quella, ch' alcun tempo mosse in vano I suoi sospiri. E canz. 9. 3. Muove la schiera sua soavemente.
Dan. Par. 5. Così nel bene appreso muove il piede. E cant. 13. Con seme e senza seme il Ciel movendo.
Bocc. n. 96. 2. Quello che cavallerescamente operasse, in nulla movendo il suo onore.
Petr. Son. 278. Che de' be' rami mai non mosser fronda.
Petr. canz. 38. 1. Al tempo nuovo suol muovere i fiori [cioè aprire]
¶ Per indurre, persuadere, commuovere. Lat. commovere, persuadere.
Bocc. n. 18. 41. Il mosse a fare andare per tutto l' esercito, ec. una grida, ec. E nov. 19. 7. Da un naturale avvedimento mossi. E nov. 41. 15. Quello, che mi mosse, è a me grandissima cosa avere acquistata.
Amm. Ant. Insegnare è cosa di necessità, dilettare è cosa di soavità, ma muovere, e di vittoria.
Boc. n. 77. 44. Ne ti posson muovere a pietate alcuna la mia giovanezza, le amare lagrime, ne gli umili preghi, almeno muovati alquanto, e la tua severa rigidezza diminuisca, ec. E n. 7. 1. Mosse la piacevolezza d' Emilia, e la sua novella, la Reina, e ciascuno altro a ridere.
Muover dubbio: proporre. Lat. proponere.
Bocc. n. 31. 23. L' ultimo dubbio, che tu movevi.
Muover quistione: cominciar disputa.
M. V. 1. 65. I soldati mosser quistione, come appresso diviseremo.
Muover lite: cominciare a litigare.
M. V. 11. 43. A dì 30. d' Agosto, detto anno, mossono lite al Comune.
¶ In signific. neut. pigliar moto.
Petr. canz. 5. 8. Or muovi, non smarrir l' altre compagne. Canz. 47. 1. Mi mossi, e vengo sol per consolarti.
Dan. Par. 3. Ella è quel Mare, al qual tutto si muove Ciò che la cria.
Bocc. n. 79. 35. Ella allora soavemente si moverà, e recheravvene a noi. E nov. 38. 12. E sentendo, ch' egli non si movea, ec. cognobbe, ch' egli era morto. E nov. 15. 25. Deati tante bastonate, quante io ti vegga muovere. E nov. 17. 40. Niuno se ne muova, o faccia motto, se egli non vuol morire.
G. V. 11. 29. 2. Tornò al servigio di M. Mastin della Scala, onde s' era mosso [cioè partito]
¶ Per nascere, derivare, avere origine. L. originem ducere.
Petr. Son. 170. D' un bel chiaro, e pulito, e vivo ghiaccio, Muove la fiamma, che m' incende, e strugge. E canz. 38. 1. Sì dolcemente i pensier dentro all' alma Muover mi sento.
Bocc. canz. 5. 1. Amor la vaga luce, Che muove da' begli occhi di costei, Servo m' ha fatto.
¶ Muovere in signific. assoluto. M. V. 3. 96. In vece di cominciare, cioè aver principio.
M. V. 3. 96. La qual via muove dal castello di Prato, fatto anticamente per lo 'mperadore, e viene infino alla porta.
Traduzioni

muovere

движа, мръдвам, мърдам, отмествам, шавам

muovere

moure

muovere

přesunout, pohybovat, stěhovat

muovere

flytte, bevæge

muovere

movi

muovere

jombândan, takân dâdan

muovere

agitar, displaciar, excitar, mover

muovere

kımıldatmak, hareket ettirmek, i hareket etmek, kımıldamak, oynatmak

muovere

κινώ

muovere

siirtää

muovere

pomaknuti

muovere

動かす

muovere

(...을) 움직이다

muovere

flytte

muovere

deslocar, mover

muovere

flytta

muovere

ย้าย

muovere

chuyển chỗ

muovere

移动

muovere

移動

muovere

[ˈmwɔvere] vb irreg
1. vt
a. (gen) → to move; (macchina, ruota) → to drive
il cane muoveva festosamente la coda → the dog was joyfully wagging its tail
muovere i primi passi → to take one's first steps (fig) → to be starting out
mosse un passo verso di me → he took a step towards me
non muove un passo senza interpellare la moglie (fig) → he never does anything without asking his wife
non ha mosso un dito per aiutarmi → he didn't lift a finger to help me
muovere mari e monti → to move heaven and earth
b. (fig) (sollevare) muovere un'accusa a o contro qnto make an accusation against sb
muovere causa a qn (Dir) → to take legal action against sb
muovere guerra a o contro qn → to wage war against sb
muovere un'obiezione → to raise an objection
c. (commuovere) muovere a compassioneto move to pity
muovere al pianto → to move to tears
d. (Scacchi) → to move
tocca a te muovere → it's your move
2. vi (aus essere o avere)
a. (gen) → to move
muovere verso, muovere in direzione di → to move towards
b. (derivare) muovere dato derive from
le sue osservazioni muovono da una premessa errata → his comments are based on a mistaken o wrong assumption
3. (muoversi) vr
a.to move
muoversi in aiuto di qn → to go to sb's aid
non si muove dalle sue posizioni (fig) → he won't budge
b. (sbrigarsi) → to hurry up, get a move on
muoviti, cammina! → hurry up and get moving!
4. (muoversi) vip
c. (commuoversi) muoversi a compassione o pietàto be moved to pity
b. (essere in movimento) → to move
finalmente qualcosa si è mosso (fig) → at last things are moving