palancato

PALANCATO.

Chiusa fatta di palanche, in cambio di muro, steccato. Lat. vallum.
Liv. M. Tornate addietro, e disfate il palancato. E appresso. Quelli di fuora, per agio, feciono il lor palancato. E altrove. Allora passa il Consolo, oltre al palancato, e di sotto. E feciono uno palancato tutto intero.
M. V. 2. 32. Andò catuno alla sua guardia delle mura, e de' palancati.
Tes. Br. 3. 9. E fannosi fossi, e palancati, e muri, e merli, e ponti levatoi, e porte concatenate.
Cr. lib. 1. 6. 9. Quando saranno cresciute, ec. forte siepe faranno, e quasi un durabile palancato.
But. Combattere dentro a uno palancatico fatto a modo di steccato.
¶ Diciamo anche STECCONATO da STECCONE.
E da PALANCATO, SPALANCARE, che vale levare il palancato, e noi l' usiamo, per, aprire larghissimamante, e quanto si puote. Lat. patefacere.