pareglio

PAREGLIO.

V. A.
Dan. Par. 26. Perchè la veggio nel verace speglio, Che fa di se pareglio all' altre cose, E nulla face lui di se pareglio.
But. E nulla face, lui cioè Iddio: pareglio, cioè ricettacolo di se, come la luce dell' occhio, che si chiama pupilla, fa pareglio di se alle cose, che l' occhio vede.