parola

parola

(pa'rɔla)
nome femminile
1. gruppo di suoni che esprime un senso compiuto e l'insieme dei segni grafici corrispondenti parola composta parola straniera
alla lettera ripetere parola per parola
perifrasi
non capire niente
2. l'atto di esprimersi usando uno o più vocaboli Non trovo parole per ringraziarti. Sono rimasto senza parole.
frase segreta di riconoscimento
esprimendosi in modo diverso
parlare con prudenza, riflettendo bene
trasmettere una notizia
3. spec. pl. chiacchiera inutile Fatti, non parole!
4. impegno verbale mantenere la parola data essere di parola credere sulla parola
essere in trattativa, d'accordo
promessa solenne
che mantiene le promesse essere un uomo di parola
5. facoltà di esprimersi verbalmente, propria degli uomini Ha il dono della parola.
6. possibilità di parlare in un dibattito dare prendere la parola
libertà di esprimere le proprie opinioni
7. inform. unità base d'informazione, costituita da un gruppo di caratteri
codice che identifica un documento, facilitandone la ricerca

PAROLA.

Voce articolata, che si manda fuora in parlando. Lat. verbum.
Albert. cap. 29. Parole di mele, spesse volte son piene di fiele.
Bocc. Introd. n. 45. Perchè, senza più parole, Pampinea levatasi in piè. E nov. 4. 9. D' una parola in altra procedendo, ad aprire il suo disiderio pervenne.
Dan. Purg. c. 1. E con parole, e con mani, e con cenni. E cant. 5. Quivi perdei la vista, e la parola.
Petr. Son. 138. Ond' io non potei mai formar parola.
Amm. ant. Essendo tu fedele interpretatore, non ti curare di sponere parola per parola.
¶ Diciamo Chieder la parola, domandar licenzia. Latin. veniam petere, petere facultatem.
Passav. 94. Chiese la parola allo Scolaio di poterne ragionar con l' Abate suo.
Dar parola, acconsentíre, e promettere. Latin. assentiri, promittere.
G. V. 5. 31. 2. Mai non vollono dar parola alla detta vendita.
Dar la parola, obbligarsi a parola.
Bocc. nov. 23. 22. Infino ad ora ti do la parola, che tu ne facci quello, che l' animo ti giudica, che sia ben fatto.
Romper le parole in bocca : interrompere il parlare.
Bocc. nov. 79. 28. Il medico, rompendogli le parole in bocca, verso Brun disse.
Venire a parole : venire a rissa, e contesa di parole.
G. V. 6. 2. 2. Vennono insieme a villane parole, e di parole vennono a' fatti.
Pigliare in parole : attaccarsi a una parola del parlar d' uno, stravolgendo il senso di sua intenzione. Latin. capere in sermone, dice la scrittura.
Bocc. nov. 3. 4. S' avvisò troppo bene, che 'l Saladino guardava di pigliarlo nelle parole.
Huomo di sua parola, cioè che mantiene quel ch' e' promette.
Pigliar parola, è farsi dar la parola di quel che si debba fare.
Andar sopra la parola. Assicurarsi sotto altrui fede.
¶ E dar parole : intertenere.
¶ In proverbio. Le parole disoneste corrompono i buon costumi. Gr. '. Latin. corrumpunt bonos mores colloquia mala.
Le buone parole acconciano i ma' fatti. Latin. responsio mollis frangit iram.
Le parole non s' infilzano : col quale s' avvertisce a non si fidar di parola, ma assicurarsi con iscrittura, o con pruove.
Le parole non empiono il corpo : a chi, in cambio di fatti, da parole.
Ogni parola non vuol risposta : cioè non bisogna tener conto, e levarsi in collora d' ogni minima cosa, che ti sia detta.
¶ E pesar le parole : parlar con gran cautela.
Parole da vegghia : chiacchiere, cose di niun momento, perchè, comunelmente, nelle vegghie si dicono delle favole. Lat. anicularum deliramenta.
Le parole son femmine, e i fatti maschi : che è lo stesso, dove bisognano i fatti le parole non bastano. Lat. facere virorum est, loqui mulierum.
Parola di Re : cioè, da osservarsi, senza alcuna eccezione, e che, come disse Ar. Fur. non ne manchi pure un iota.
Ar. Fur. Sta Rinaldo ostinato, che non vuole, Che manchi un iota delle sue parole.
Traduzioni

parola

Wort, Vokabel

parola

λέξη

parola

mot

parola

дума, слово, термин

parola

slovo

parola

ord

parola

harf, kalâm, kalamé, lafz, qoul, sokhan, vâžé

parola

contrasigno, parola, promissa, termino, vocabulo

parola

słowo

parola

bilet, cuvânt, vorbă

parola

neno

parola

sözcük, söz

parola

baat, dunyaa, lafz, lughat, maqaal

parola

sana

parola

riječ

parola

単語

parola

단어

parola

ord

parola

palavra

parola

ord

parola

คำ

parola

từ

parola

parola

[paˈrɔla] sf
a. (facoltà) → speech
ha perso la parola → he's lost the power of speech
a quel cane manca solo la parola → that dog is almost human
avere la parola facile → to have the gift of the gab
b. (vocabolo) → word
rimanere senza parole → to be speechless
rivolgere la parola a qn → to speak to sb
mi hai tolto la parola di bocca → you have taken the words right out of my mouth
mettere una buona parola per qn → to put in a good word for sb
non è detta l'ultima parola → that's not the end of the matter
non farne parola a nessuno! → don't breathe a word to anyone!
è una parola! → it's easier said than done!
non ho parole per ringraziarti → I don't know how to thank you
passare dalle parole ai fatti → to get down to business
in parole povere → in plain English
parola d'ordinepassword
parole incrociatecrossword (puzzle) sg
c. parole sfpl (di canzone) → words, lyrics; (chiacchiere) → talk sg
d. (promessa) → word
dare la propria parola a qn → to give sb one's word
mantenere la parola → to keep one's word
è una persona di parola → he is a man of his word
rimangiarsi la parola → to go back on one's word
parola d'onoreword of honour
e. (in dibattiti) diritto di parolaright to speak
chiedere la parola → to ask permission to speak
prendere la parola → to take the floor
dare la parola a qn → to call on sb to speak