passamento

PASSAMENTO.

Il passare. Lat. transitio.
Paol. Oros. nel primaio libro apre le disposizioni del Mondo, come è rinchiuso di Mare, e passamento che fa per la Terra insieme.
Cr. 9. 87. 5. Si ponga sopra 'l passamento della finestra della colombaia [cioè luogo, dove si passa]
Bocc. pr. n. 9. Le quali cose, senza passamento di noia, non credo, che possano interveníre [cioè schifamento] in quel senso, che noi diciamo, passare il tempo. Lat. evitatio.
Fr. Giord. S. Il primo passamento si è da stato di superbia a umiltade.