passare

passare

(pa's:are)
verbo intransitivo aus. essere
1. transitare senza fermarsi passare per il centro passare in macchina
sorpassarlo
andare avanti senza fermarsi
figurato non curarsene
non farsi notare
2. detto di strada, fiume e sim., giungere in un luogo e oltrepassarlo Il fiume Po passa per quattro regioni. Via Torino passa per il centro.
3. fermarsi momentaneamente in un luogo nel corso di un viaggio Passerò a Milano durante il ritorno. Devo passare dal supermercato stasera?
presentarsi all'improvviso alla mente dire quello che passa per la mente
non ci penso neppure lontanamente
4. recarsi da qlcu per intrattenersi brevemente Passerò a salutarti più tardi.
5. cambiare condizione o atteggiamento passare dal riso alle lacrime passare dallo stato solido a quello liquido
diventare famoso
eufemistico morire
cambiare discorso
6. entrare o uscire attraverso un'apertura passare per la porta La luce passa per la finestra.
7. essere trasferito da una persona a un'altra passare di padre in figlio passare di mano in mano mode che passano da una generazione all'altra
8. essere approvato o promosso a un livello superiore passare in terza passare capitano La legge è passata per due voti soltanto. Non è eccezionale, ma può passare.
9. essere considerato o giudicato Passa per un genio, ma non lo è. Mi ha fatto passare per un delinquente.
fargli fare la figura dello stupido
10. tempo scorrere o intercorrere da un evento all'altro Il tempo non passava più oggi. Quanti anni sono passati dall'ultimo incontro?
11. giungere a esaurimento La giovinezza passa in fretta. Ti è passato il mal di testa? La bufera è passata.

passare


verbo transitivo
1. figurato andare oltre passare il fiume a nuoto passare la quarantina passare il metro
2. affrontare e riuscire a superare passare numerose traversie passare un guaio
essere sottoposto a visita medica
essere promosso
familiare trovarsi in una buona / cattiva condizione
3. far entrare o uscire attraverso un'apertura passare il filo nella cruna
4. superficie far scorrere o spalmare qlco su una superficie passare la cera sui mobili passare il panno bagnato sul pavimento passare il lucido sulle scarpe
5. trasferire in altro luogo Lo hanno passato in un'altra sede.
6. far parlare qlcu al telefono È tuo papà? Passamelo!
7. dare ad altri Passami il sale, per favore.
8. comunicare ad altri passare la parola passare un'informazione
9. alimento ridurre in poltiglia un cibo passare le verdure
10. trascorrere un certo tempo passare l'estate al mare
trascorrere un momento difficile o una brutta situazione

PASSARE.

Verbo, che significa moto per luogo, i cui vari significati si dichiarano, per le sue locuzioni. Passar per un luogo, e da un luogo : andar per un luogo, senza fermarsi, per arrivare a un' altro. Lat. per aliquem locum iter habere.
Bocc. nov. 23. 13. Per ogni volta, che passar si solea, credo che poscia vi sia passato sette. E or volesse Iddio, che il passarvi, ec. gli fosse bastato. E nov. 46. 6. Sovente dalla cuba passando, gliele venne, per ventura, veduta. E nov. 17. 39. Quattro huomini in quella ora, di quindi passando a cavallo. E nov. 50. 9. Se veduto le venisse un giovinetto, il quale, per quella contrada, molto spesso passava.
Passare in un luogo, cioè trasferirvisi. Lat. in aliquem locum transire.
Bocc. nov. 6. 17. Quindi passai in terra d' Abruzzi.
Passar la strada, il fiume : andare da una banda all' altra, trapassare. Latin. Flumen transire.
Bocc. nov. 17. 19. Avvenne che, passando costoro, che mi tiravano, una strada, per entrare in un grandissimo bosco.
Nov. ant. 30. 1. Uno fiume, che avea passato, era molto cresciuto.
G. V. 7. 7. 1. Misesi a passare il fiume di Voltorno, ec. dove si può guadare.
Dan. Inf. c. 8. A questa volta, Tu non ci avrai, se non passando, il loto.
Passare il comandamento d' uno, cioè trasgredíre, uscir di commessione. Lat. Mandata excedere, dicono i legisti.
Sen. Declam. P. Tu hai passato il mio comandamento, ed hai sovvenuto al mio nimico.
Passare il tempo, il duolo, la pioggia, e simili. Lat. desinere, transigi.
Bocc. n. 48. 5. Ed essendo già passata presso, che la quinta ora del giorno. E nov. 88. 5. Ne passar molti dì, che egli in lui si scontrò.
Petr. Son. 211. Cosa bella mortal passa, e non dura.
Passare il tempo. Consumarlo con qualche diletto. Lat. Animum oblectare. E qualche volta, in questo senso, ed in altri si lascia il nome, ch' egli ha dopo, e ponsi assolutamente.
Bocc. g. 8. f. 4. E così infino all' ora della cena passarono. E conclus. n. 10. A chi, per tempo passar, legge, niuna cosa puote esser lunga.
Passar la notte, consumar. Lat. transigere.
Bocc. n. 23. 4. Non potea la seguente notte, senza noia passare.
Passar gli anni. Lat. conficere.
Bocc. Introd. n. 18. Niuna il ventottesimo anno passato avea, ne era minor di diciotto [cioè finito, e compiuto]
Passar noia, malinconía, e simili, cioè addormentarla, rintuzzarla, e scacciarla. Lat. molestiam deponere, depellere.
Bocc. proem. n. 7. Essi, se alcuna malinconia, o gravezza di pensieri gli affligge, hanno molti modi da alleggiare, e da passar quella.
Passar di bellezza, di sapere, e simili, cioè avanzare, superare. Lat. superare, vincere.
Bocc. n. 26. 3. Di gran lunga passava di bellezza tutte l' altre donne Napoletane.
N. ant. 80. 2. Ettore, che passò in quel tempo di prodezza, tutte le cavallerie del Mondo.
Passar di vita, morire. Lat. diem suum obire, mortem oppetere.
Bocc. n. 28. 24. La qual, posciachè tu di questa vita passasti, è stata in lagrime. E nov. 36. 11. Dopo guari spazio, passò della presente vita.
Passav. 313. Ed essendogli la gente d' intorno, che aspettavano, ch' egli passasse, di subito lo spirito, ec.
Petr. cap. 6. E che tu passi senza paura, e senza alcun dolore.
Passare uno, trafiggerlo, trapassarlo, penetrarlo. Lat. transfigere, transverberare.
Petr. canz. 17. 3. Vedete, che Madonna ha 'l cuor di smalto Sì forte, ch' i' per me dentro nol passo.
Bocc. n. 48. 12. E a questa con tutta sua forza, diede per mezzo 'l petto, e passólla. E nov. 17. 29. Con un coltello, ferito il Prenze per le reni, infino dall' altra parte, il passò.
¶ Passare, penetrare.
Bocc. n. 86. 8. Trovò la culla postavi dalla donna, e non potendo senza levarla, oltre passare.
N. ant. 2. 1. Era di tanta sapienza, che lo 'ntelletto suo passava oltre le stelle.
¶ PASSARE, per, semplicemente, andare, o andare innanzi, o badare a andare. Lat. progredi, procedere.
Bocc. n. 89. 9. Il mulo, ec. per niun partito passar volea. E nov. 77. 30. E passandogli ella quasi allato, così ignuda.
Dan. Purg. 24. Passammo, udendo colpe della gola.
Dan. Inf. can. 3. Non ragioniam di lor, ma guarda, e passa.
¶ Passarsi, passarsela leggiermente, tacitamente, e simili.
Bocc. nov. 58. 2. Con molto minor novella, che fatto non avrei, ec. mi passerò [cioè mi spedirò, mi sbrigherrò] Latin. expedire. E n. 77. 69. Lieto, senza altro dirne, se ne passò [cioè si quietò, non entrò in altro, non procedette più oltre] Latin. quiescere.
Ricord. cap. 161. Molte portavano le pelli scoperte, senza panno, e le berrette in capo, e la maggior parte con gli usatti in gamba, e le donne, sanza ornamenti, e passavano la maggior parte d' una gonnella stretta [cioè si contentavano] Lat. contentum esse, acquiescere. E nov. 72. 4. Dove, quando non la vedeva, si passava assai leggiermente [cioè non si sforzava punto] E nov. 35. 4. Diliberò di questa cosa, ec. di passarsene tacitamente [cioè non ne far motto, starsene cheto] Lat. silentio praeterire. E n. 46. 17. Avvisò di volersi del fallo commesso da lui, mansuetamente passare [cioè proceder senza rigore] Lat. aequo animo ferre.
Bocc. Introd. n. 23. Doversi con pacienza passare la grandezza de' mali [cioè tollerare, e sopportare]
Passar le scritture, e le suppliche, in significato d' approvar le scritture, e conceder le grazie.
Traduzioni

passare

развивам се, ставам, стана

passare

passar

passare

plynout, minout (se), podat

passare

forbigå, gå, overrække, passere

passare

filtri, pasi, pasigi, sukcesi, trapasi

passare

gozâr kardan, gozaštan [gozar-], morur kardan, radd šodan

passare

adir, dar, esser approbate, fluer, hachar, mear, minutiar, passar

passare

mötas, förflyta, passera, räcka

passare

kulua, mennä ohi, ohittaa, ojentaa

passare

biti prihvaćen, dodati, predati, prolaziti

passare

手渡す, 通過する, 過ぎる

passare

건네 주다, 건네주다, 지나가다, 통과하다

passare

gi, passere

passare

เดินผ่าน, ผ่านไป, ส่งให้, ส่งผ่าน

passare

đi qua, đưa cho, trao tay, trôi đi

passare

[pasˈsare]
1. vi (aus essere)
a. (persona, veicolo) → to go by, pass (by)
l'autobus passa davanti a casa nostra → the bus goes past our house
siamo passati davanti a casa tua → we went past your house, we walked (o drove) past your house
passare dall'altra parte della strada → to cross (over) to the other side of the street
b. (fare una breve sosta) → to call in; (presso amico) → to call o drop in; (postino) → to come, call
passare a casa di qn o da qn → to drop in on sb
passare a trovare/salutare qn → to drop by to see sb/say "hello" to sb
passare a prendere qc/qn → to call in and pick sth/sb up
passare in banca/ufficio → to call in at the bank/office
c. (filtrare attraverso, aria, sole, luce) → to pass, get through; (acqua) → to seep through
d. (trasferirsi) passare da... ato pass from ...to
passare di mano in mano → to be passed o handed round
passare di padre in figlio → to be handed o passed down o from father to son
passare da un argomento ad un altro → to go from one subject to another
passare ad altro → to change the subject (in una riunione) → to discuss the next item
passiamo ad altro! → let's go on!
passare al nemico → to go over to the enemy
passare alla storia → to pass into history (fig) → to become a legend
passare di moda → to go out of fashion
passare a miglior vita (euf) → to pass away
e. (trascorrere, giorni, tempo) → to pass, go by
f. (allontanarsi, temporale, dolore, voglia) → to pass, go away
il peggio è passato → the worst is over
far passare a qn la voglia di qc/di fare qc → to stifle sb's desire for sth/to do sth
gli passerà! → he'll get over it!
g. (essere accettato, proposta di legge) → to be passed; (candidato) → to pass
passare a un esame → to go up (to the next class) after an exam
passare di grado → to be promoted
h. (Culin) passare di cotturato be overdone
i. (Carte) → to pass
j. 30 anni e passawell over 30 years ago
c'erano 100 persone e passa → there were well over a 100 people
k. (esistere) ci passa una bella differenza tra i 2 quadrithere's a big difference between the 2 pictures
l. passare per uno stupido/un genioto be taken for a fool/a genius
passare per buono → to be taken as valid, be accepted
passare inosservato → to go unnoticed
farsi passare per → to pass o.s. off as, pretend to be
m. passare attraverso, per (anche fig) → to go through
passare sopra → to pass over o above (fig) (lasciar correre) → to pass over, overlook
passare sotto → to pass below
cosa ti passa per la testa? (a che pensi?) → what is going through your mind? (come puoi pensarlo?) → what are you thinking of!
per dove si passa per arrivare in centro? → which way do I (o we) go to get into town?
lasciar passare qn/qc → to let sb/sth through
far passare qn per o da → to let sb in (o out) by
far passare avanti qn → to let sb get past o by
questa volta non ci passo sopra → I'm not prepared to overlook it this time
2. vt
a. (attraversare) → to cross
b. (esame) → to pass; (dogana) → to go through, clear; (visita medica) → to have
c. (approvare) → to pass, approve
d. (trafiggere) passare qn/qc da parte a parteto pass right through sb/sth
e. (trascorrere) → to spend, pass
passare le vacanze in montagna → to spend one's holidays in the mountains
non passerà la notte → he (o she) won't survive the night
non passa giorno che non ne combini una delle sue → hardly a day goes by without him getting up to something
f. (oltrepassare, sorpassare) → to go beyond (fig) (andare oltre i limiti) → to exceed, go beyond
ha passato la quarantina → he (o she) is over 40
g. (dare, oggetto) → to pass, give, hand (Sport) (palla) → to pass
passare qc a qn → to pass sth to sb, give sb sth (trasmettere, messaggio) → to pass sth (on) to sb
passare indietro qc → to pass o give o hand sth back
i miei genitori mi passano 500.000 lire al mese → my parents give me 500,000 lire a month
mi passi Maria? (al telefono) → could you put Maria on?
le passo il signor Rossi → I'm putting you through to Mr Rossi, here's Mr Rossi
h. (brodo, verdura) → to strain
i. passare lo straccio per terrato give the floor a wipe
passare l'aspirapolvere → to hoover (Brit), vacuum (Am)
passare una mano di vernice su qc → to give sth a coat of paint
l. (fraseologia) passarsela bene/maleto get on well/badly; (economicamente) → to manage well/badly
come te la passi? → how are you getting on o along?
passarla liscia → to get away with it
ne ha passate tante → he's been through a lot, he's had some difficult times
3. sm col passare del tempo...with the passing of time ...
col passare degli anni (riferito al presente) → as time goes by (riferito al passato) → as time passed o went by