pavese

pavese

Anticamente indicava il grande scudo di forma allungata che proteggeva tutto il corpo, messo a difesa dei bastioni e delle murate delle navi; era dipinto con le insegne e le armi dei cavalieri e signori ai quali apparteneva Trae il nome dagli scudi che si fabbricavano a Pavia e che servivano per più usi, compreso quello di dormire su di essi. Più tardi si chiamarono pavesi delle lunghe tele di panno di lana colorate vivacemente e usate per addobbare le fiancate, gli alberi e le coffe delle navi nelle solennità. Nel XIX secolo i pavesi furono delle strisce di tela bianca usate per coprire le brande degli uomini dell'equipaggio sistemate in coperta durante il giorno. Oggi il termine indica la gala di bandiere o di luci che addobba la nave nelle feste e nelle solennità. Il Gran pavese consiste in una fila di bandiere, quella dei segnali, disposte in ordine che vanno dall'estrema prora all'estrema poppa.

PAVESE.

Arma difensiva, che s' imbraccia, come scudo, targa, o rotella. Lat. scutum.
Bocc. nov. 81. 14. E, mossi i pavesi, e le lance, gridò.
G. V. 12. 20. 6. Lasciando ogni fortezza, e guernigione, balestra, pavesi, saettamento.
Traduzioni

pavese

pavian

pavese

1 [paˈvese] sm (Naut) gran pavesebunting

pavese

2 [paˈvese]
1. aggof o from Pavia
2. sm/finhabitant o native of Pavia