pensiero

pensiero

(pen'sjɛro)
nome maschile
1. la facoltà dell'uomo di formulare idee, concetti e sim. Il pensiero distingue l'uomo dagli animali.
2. filosofia l'attività speculativa dell'uomo, contrapposta all'azione libertà di pensiero un uomo di pensiero
3. estens. la mente in quanto sede dell'attività del pensare rivolgere il pensiero a qlcu fissare il pensiero su qlco
4. il modo di pensare di qlcu rispettare il pensiero altrui
5. ciò che si elabora con la mente, l'oggetto del pensare pensieri cattivi intuire i pensieri di qlcu Che strano pensiero ti è passato per la mente!
6. idea su qlcu o qlco Che pensiero ti sei fatto di lei?
7. inquietudine per qlco o qlcu avere troppi pensieri Quella ragazza dà molti pensieri ai suoi genitori.
essere preoccupato
8. corrente filosofica, politica e sim. il pensiero di Platone
9. piccolo regalo offrire un pensiero
10. familiare comportamento o gesto cortese È stato un pensiero gentile augurarle buon compleanno.

PENSIERO.

Il pensare, pensamento, immaginazione, fantasia. Latin. cogitatio, meditatio.
Passav. 148. E succedendo l' un pensiero all' altro.
Petr. cap. 5. Pensier canuti in giovenile etate.
Bocc. n. 26. 2. Sopra cotal pensiero tutta la notte dimori. E proem. n. 6. Volendo, e non volendo, in una medesima ora, seco rivolgendo diversi pensieri.
Dan. Purg. c. 5. Che sempre l' huomo in cui pensier rampolla, Sovra pensier da se dilunga 'l segno. E Par. 28. Prima che l' abbia in vista, ed in pensiero.
Cavalc. med. cuor. Perocchè pensiero, a modo di danaio, può esser falso, cioè reo, ma colorito di bene.
Bocc. Introd. n. 49. Nel quale ogni pensiero stea di doversi a lietamente viver disporre [cioè cura, e diligenzia]
¶ Diciamo in proverbio Niun pensier non pagò mai debito, e vale, che per affliggersi non si ripara al male.
¶ Per inquietudine di mente, afflizion d' animo. Latin. cura, anxietas.
Bocc. nov. 77. 8. Stimolata, e trafitta da mille noiosi pensieri. E proem. n. 7. De' quali modi ciascuno ha forza di trarre, o in tutto o in parte l' animo a se, e dal noioso pensier rimuoverlo.
Dan. Par. 10. E 'l lume d' uno spirto, che 'n pensieri Gravi, a morire gli parve esser tardo.
Petr. canz. 18. 6. La quale ogni altra salma Di noiosi pensier disgombra l' alma. E stanz. 7. L' amoroso pensiero, Ch' alberga dentro in voi mi si discuopre.
Traduzioni

pensiero

Gedanke

pensiero

максима, мисъл, размисъл, размишление, хрумване

pensiero

pensament

pensiero

myšlenka

pensiero

pensamiento, idea

pensiero

andišé, fekr

pensiero

cogitation, doctrina, inquietude, pensamento, pensata, preoccupation, systema

pensiero

gândire

pensiero

tanke, tro

pensiero

fikira, wazo

pensiero

düşünce

pensiero

ghaur, khayaal

pensiero

tanke

pensiero

σκέψη

pensiero

ajattelu

pensiero

misao

pensiero

思考

pensiero

생각

pensiero

tanke

pensiero

myśl

pensiero

pensamento

pensiero

ความคิด

pensiero

sự suy nghĩ

pensiero

思想

pensiero

מחשבה

pensiero

[penˈsjɛro] sm
a.thought
riandare col pensiero a → to remember, think back to
leggere il pensiero di qn → to read sb's thoughts o mind
essere assorto nei propri pensieri → to be deep o lost in thought
un pensiero gentile (anche) (fig) (dono) → a kind thought
libertà di pensiero → freedom of thought
b. (preoccupazione) → worry, care, trouble
ha tanti pensieri → he has so many worries
stare in pensiero per qn/qc → to be worried about sb/sth
darsi pensiero per qc → to worry about sth
è un tipo senza pensieri → he's a carefree chap
c. (modo di pensare, dottrina) → thinking no pl
il pensiero di Hegel → Hegelian thinking