prego

prego

('prego)
interiezione
usato nelle forme cortesi di risposta o invito - "Grazie mille" - "prego" Prego, si accomodi!

PREGO.

Il pregare. Lat. preces.
Bocc. n. 1. 2. Dalla sua propria benignità mossa, e da' preghi di coloro impetrata. E nov. 98. 50. Sempre, senza priego aspettare, pronta a quello in altrui virtuosamente operare, che in se, ec.
Dan. Purg. c. 1. Per li cui preghi Della mia compagnia, costui sovvenni. E cant. 3. Se tal decreto Più corto per buon preghi non diventa. E Par. 31. A che prego, ed amor santo mandommi.
Petr. Son. 22. Che i giusti preghi umani Benignamente, sua mercede, ascolta.
Truovasi anche talora in genere femm.
G. V. 5. 32. 2. Ne per prego, ne per tema, o per disservigio, ò per altra cagione, non mancasse la giustizia.
Traduzioni

prego

de nada, no hay de qué, no hay de que

prego

不客气, 不客氣

prego

de rès

prego

prosím (žádost)

prego

værsgo, velbekommen

prego

khâheš mikonam

prego

es nihil! nulle causa!, per favor

prego

sveiki

prego

bud' laska, proshu

prego

[ˈprɛgo] escl (a chi ringrazia) → don't mention it!, you're welcome!, not at all!; (invitando qn ad accomodarsi) → please sit down!; (invitando qn ad andare prima) → after you!
prego, si accomodi (entri) → come in please (si sieda) → take a seat please
posso prenderlo? - prego! → can I take it? - please do!
prego? → pardon?, sorry? (Brit)