puttana

puttana

(pu't:ana)
nome femminile
volgare donna di strada

PUTTANA.

femmina, che, per mercede, fa copia disonestamente altrui del suo corpo, che men disonestamente diciamo, meretrice, femmina di Mondo, mondana. Lat. meretrix, scortum.
Fior. Vir. A. Mon. Tolse per moglie la ingiustizia, ed ebbene sette figliuole, ec. La settima fu lussuria, ma lasciolla puttana, che Ognuno la potesse adoperare.
Boc. n. 68. 21. Egli non s' è vergognato, di mezza notte di dir, che tu sij puttana.
Lib. Mott. Come? va egli cercando puttana fuor di casa? Egli ha 'l torto, ch' e' non gli fa bisogno.
Dan. Inf. 18. Taide è la puttana, che rispose. E Purg. c. 18. Sicura quasi rocca in alto monte Seder sovr' esso una puttana sciolta.
¶ Diciamo in proverbio, la puttana fila. vedi FILARE.
Dio mi guardi da oste nuovo, e da puttana vecchia.
E quello. Ne a puttana, ne a barbiere Non dar mai più che 'l dovere.
Traduzioni

puttana

putain, pute

puttana

amoristino, putino

puttana

prostituta

puttana

fahişe

puttana

婊子

puttana

婊子

puttana

[putˈtana] sf (fam!) → whore (fam!)
figlio di puttana (fig) → son of a bitch