quistione

QUISTIONE.

Rissa, riotta, contesa. Lat. rixa, contentio.
Bocc. n. 78. 14. Sanza alcuna quistione, o zuffa farne. E n. 85. tit. E dalla moglie trovato, ha gravissima, e noiosa quistione. E n. 98. 44. E a quistion venuti, l' uno, che era più forte, uccise l' altro.
¶ Per lite, disputa. Lat. quaestio, disputatio.
Bocc. nov. 98. 40. I miei fati mi traggono a dover solvere la dura quistion di costoro. E nov. 56. 5. Senza dubbio io avrò vinta la quistione. E nov. 75. 2. E fu posto costui, con gli altri giudici a udire le quistion criminali. E num. 8. Domandò, dove fossero andati quelli, che dell' úose, e della valigia avevan quistione. E nov. 1. 7. Tante quistioni malvagiamente vincea, a quante a giurare di dire il vero, sopra la sua fede, era chiamato.
¶ Per dubbio, o proposta, intorno alla qual si dee disputare. Lat. quaestio, dubitatio.
Bocc. conclus. num. 3. Quasi, a tacite quistioni mosse, di rispondere intendo. E g. 6. p. 5. Dionéo, questa è quistion da te, e però farai, ec. che tu sopr' essa dei sentenza finale.
Nov. ant. 52. 1. Fece a Marco una così fatta quistione.
Dan. Par. 24. Finche 'l maestro la quistion propone. E cant. 4. Queste son le quistion, che, nel tuo velle, Pontano igualemente.