r

r

('ɛr:e)
nome maschile-femminile
diciottesima lettera dell'alfabeto
nella compitazione spec. telefonica delle parole

R.

lettera di suono aspro, e nelle voci, dove è raddoppiata, e frequentata, denota sempremai rigidezza. Consente dopo di se tutte le consonanti nel mezzo della parola, in diversa sillaba, come GARBO, BARCA, PERDONO, FORFORA, ORGANO, ORLO, ARME, ORNARE, SERPE, TARQUINIO, VERSO, CORTE, NERVO, SFERZA: e in tutti questi luoghi ritiene il suo intero suono. Ammette avanti di se nel principio, e nel mezzo della parola, e nella stessa sillaba, la consonante B, C, D, F, G, P, T, V, e fa perder loro alquanto di suono, come BRACCIO, AMBRA, CRUSCA INCRESPATO, DRAGO ANDRONE, FRAGOLA REFRIGERIO, GRATO AGRO PRATO RAPPRESAGLIA, TRAVE INTRECCIATO, CAVRETTO SOVRANO: ma l' V è quasi sempre in mezzo della parola. Nel principio della parola riceve ancora la S, come SRADICARE, e la S, si pronunzia nel suono più rimesso, quale nella voce ACCUSA, di che alla lettera S. Raddoppiasi nel mezzo della parola frequentemente, come FERRO, CARRO, ec.
Traduzioni

R

R/r, R

R

r

R

R

R

r

R

r

R

r

R

r

R

r

R

r [ˈɛrre] sf o m inv (lettera) → R, r
R come Roma → R for Robert (Brit)R for Roger (Am)

R

abbr
a. (Posta) = raccomandata
b. (Ferr) = regionale