ragione


Ricerche correlate a ragione: ragione sociale

ragione

(ra'dʒone)
nome femminile
1. capacità di pensare in modo logico L'uomo è dotato di ragione.
maturità
lasciarsi sopraffare dalla passione o impazzire
2. argomentazione per provare qlco. una ragione inoppugnabile
non lasciarsi convincere
dopo aver esaminato bene la situazione
3. legittimo motivo / diritto che spiega un'azione far valere le proprie ragioni avere buone ragioni Sentiamo adesso le tue ragioni.
essere nel giusto
riconoscere la giustezza delle sue argomentazioni Il giudice gli ha dato ragione.
giustamente
tanto più
in modo violento Lo hanno picchiato di santa ragione.
batterlo, superarlo avere ragione del proprio rivale
l'interesse superiore dello stato
4. fondamento oggettivo di qlco Non c'è ragione di preoccuparsi. assenza dovuta a ragioni familiari le ragioni di un evento storico
rassegnarvisi
chiederne una giustificazione

RAGIONE.

Potenza dell' anima. Lat. ratio.
Tes. Br. Ragione è un movimento dell' anima, che assottiglia la veduta dello 'ntendimento, e sceglie il vero dal falso.
Albert. cap. 44. La ragione è discernimento del bene, e del male: del licito, e del non licito, e dell' onesto, e del disonesto, e comprendimento del bene, e fuggimento del male: e indi è detto ragionamento, cioè della ragione trovamento.
Sen. Pist. Che cosa è ragione? seguitamento della natura.
Petr. canz. 21. 3. E poichè l' alma è in sua ragion più forte. E Son. 81. La voglia, e la ragion combattuto hanno.
Bocc. n. 69. 2. Nelle sue opere fu troppo più favorevole la Fortuna, che la ragione avveduta.
Dan. Par. 29. Ed anche la ragion lo vede alquanto. E Purg. 29. La virtù ch' a ragion discorso ammanna.
¶ Per la cagione, il perchè, il motivo, il fondamento, la pruova. Lat. ratio, caussa.
Passav. c. 58. E la ragione il perchè sono più tentati dice San Gregorio. E car. 15. L' altra ragione si è, che, indugiando la penitenza, si perde molto tempo.
Bocc. n. 77. 3. Per saper la ragion delle cose, e la cagion d' esse. E nov. 65. 5. Che 'l mosterrò per sì fatta ragione, che, ec. E nov. 31. 16. Il ver confessando, prima con vere ragioni difender la fama mia.
Dan. Par. 8. Sì rispos' io, e qui ragion non cheggio. E Purg. 26. Prima ch' arte, o ragion per lor s' ascolti.
Bocc. n. 66. 11. Mise mano al coltello, e disse: traditor, tu se morto: io non mi posi a dimandar perchè ragione.
¶ Per lo giusto, il convenevole, il dovuto, il dovere. Lat. aequum iustum.
Bocc. n. 49. 14. Il quale io so, che sommamente t' è caro, ed è ragione.
Lib. viag. Racconcino per modo, che questo libro abbia sua ragione, e 'l correggitore abbia l' attento suo.
Petr. canz. 17. 2. Ragione è ben ch' alcuna volta io canti. E Son. 216. E chi m' acqueta è ben ragion, ch' io brami.
Bocc. n. 80. 33. E di quindi buona, e intera ragione rimandò a Firenze a' suo' maestri.
Far ragione, è aggiudicare altrui quel che gli si convien, per giustizia. Lat. controversiam dijudicare.
Bocc. n. 75. 7. Messere, voi fate villanía a non farmi ragione.
N. ant. 3. 4. E con grande instanzia addomandava, che gli facesse ragione.
Tener ragione: ascoltare, e giudicare le cause de' litiganti. Lat. ius dicere.
Bocc. n. 75. tit. Mentre egli, essendo al banco, teneva ragione.
Aver ragione : avere il giusto, e la verità dal suo.
Bocc. n. 57. 8. Quasi tutti, ad una voce, gridarono, la donna aver ragione.
G. V. 9. 318. 2. Ma ragione, o non ragione, ch' avesse.
Di ragione, a ragione, e con ragione, cioè ragionevolmente, giustamente. Lat. iure, meritò.
G. V. 4. 19. 4. A cui di ragione pareva s' appartenesse il regno. E lib. 11. 39. 1. Stendea il suo uficio di ragione, e di fatto, a modo di bargello.
Petr. canz. 4. 1. Quanto si dolga con ragione il cuore.
Bocc. n. 65. 5. S' avvisò, a consolazion di se medesima, di trovar modo, ec. che a ragione le fosse fatto.
¶ Per qualita sorta, spezie. Lat. species, genus.
Cr. 3. 18. 1. Il miglio è di due ragioni, ed è ben conosciuto. E lib. 6. 67. 5. E una ragione di lattughe salvatiche, le quali, ec.
Bocc. n. 68. 10. Battutala adunque di santa ragione, e tagliatile i capelli.
¶ Per conto di dare, e avere, calculo, aggiustamento di conto: onde far la ragione, cioè fare i conti. Lat. inire rationes.
Bocc. n. 21. 3. Non contentandosi del salario, fatta la ragion sua col Castaldo, ec. E nov. 19. 4. La commendò meglio saper leggere, e scrivere, e fare una ragione, che se un mercatante fosse.
G. V. 9. 72. 3. Che, faccendo ragione, la detta setta, ec. non compiè di durare otto anni.
Rendere, e chieder ragione, si è rendere, e domandare altrui conto, cioè intera notizia di che che sia. Lat. rationem reddere, rationem petere: o vero ad calculos vocare.
Vit. S. Pad. Credimi, che Iddio te ne richiederaragione al giudicio.
Dan. Inf. 22. Di che i' rendo ragione in questo caldo [cioè pago il fio]
¶ E saldar la ragione: pareggiare, e aggiustare i conti. Lat. rationes exequare.
Petr. E per saldar le ragion nostre antiche.
Saper di ragione, saper d' abbaco. Lat. arithmeticam scire.
G. V. 12. 96. 3. Sì che chi sa di ragione, la moneta grossa peggiorò 11. per centinaio.
Far ragione. Stimare, credere, avere opinione. Lat. existimare, sibi persuadere.
Dan. Inf. 30. E fa ragion ch' io ti sia sempre allato. E Par. 26. E fa ragion che sia La vista in te smarrita, e non defunta.
¶ Per conto, partita, che è quella scrittura, dove l' huomo è scritto per debitore, o per creditore. Lat. nomina.
Bocc. n. 71. 9. Andatevi pur condío, ch' io acconcerò ben la vostra ragione. E nov. 80. 23. E fatto ogni cosa scrivere a sua ragione.
Lib. Sagram. Mai non si metterebbono a ragione i peccati, che di questo albero nascono. E nov. 71. 8. Li dugento fiorin d' oro, che l' altrier mi prestasti, non m' ebber luogo, ec. e perciò dannerai la mia ragione.
¶ Per proporzione, e ragguaglio di prezzo.
Bocc. n. 80. 30. Egli non ne vuol meno, che a ragione di trenta per centinaio.
N. ant. 94. 3. E poi andò a vendere gli altri a quella ragione, che 'l Signore aveva dato.
¶ Per pretensione, giuridizione, azione. Lat. ius, actio.
G. V. 9. 273. 1. Rendero il castello, e donarne ogni ragione. E lib. 11. 44. 7. E però mandaro, che i detti Ambasciadori, protestato, e richiesto di lor ragione il Mastino, si partissono. E lib. 4. 19. 3. Tancredi occupava le ragioni della Chiesa.
Petr. Son. 235. Piè miei vostra ragion là non si stende.
¶ Per dottrina, e scienza delle leggi. Lat. ius.
Bocc. n. 55. 2. Fu di tanto sentimento nelle leggi, che, da molti valenti huomini, uno armario di ragion civile fu reputato.
G. V. 10. 50. 2. Grandi savi in ragione, ed in pratica.
Passav. 122. Questi casi riservati a' Vescovi dalla ragion canonica.
¶ Per lo luogo, dove s' amministra la ragione. Lat. ius.
Bocc. n. 75. tit. Quando sedevano al banco della ragione:
onde Andarsene alla ragione è andare a chieder ragione, dove ella s' amministra. Lat. ius adire.
¶ Per la purga mestruale delle donne. Lat. menstrua, orum.
M. Aldobr. Se la femmina non hae la sua ragione, e sia disvenuta del corpo suo, dee fare questo rimedio.
Far ragione, nel bere, è risponder bevendo a colui, che t' invita a bere, il quale invito si dice Far brindis, e da' latini, propinare, praebibere, da' Greci.
¶ L' usiamo anche in significato di compagnia di traffico, come creare una ragione disdire una ragione. Lat. Inire societatem, dirimere societatem.
Traduzioni

ragione

raison, cause

ragione

дело, довод, дух, кауза, мотив, основание, причина, разсъдък, разум, ум

ragione

des pli, kaŭzo, motivo, pravo, procento, prudento, pruvo, racio, rajto, rezonado

ragione

aql, kherad, manteq, sabab, šo'ur

ragione

ration

ragione

rozum, powód

ragione

anledning, förnuft, mening, meningslös, motiv, rätta, reson, skäl, orsak

ragione

chanzo

ragione

akıl idrak sebep mantık, hak, hukuk, neden, sebep, mantık

ragione

aql, sabab, waastah, waj-h

ragione

سَبَب

ragione

důvod

ragione

grund

ragione

αιτία

ragione

syy

ragione

razlog

ragione

理由

ragione

이유

ragione

årsak

ragione

razão

ragione

เหตุผล

ragione

lý do

ragione

理由, 原因

ragione

原因

ragione

סיבה

ragione

[raˈdʒone]
1. sf
a. (facoltà) → reason
perdere il lume della ragione → to lose one's reason, take leave of one's senses
b. (motivo) → reason, cause, motive; (argomentazione) → argument; (diritto) → right
avrà le sue buone ragioni per agire così → he must have his reasons for behaving that way
non è una buona ragione! → that's no excuse o reason!
ragione di più per fare così → all the more reason for doing so
... ragion per cui sarebbe meglio partire → ...that's why it would be better to leave
a maggior ragione dovresti fare qualcosa → all the more reason why you should do something
a o con ragione → with good reason, rightly, justly
senza ragione → for no reason
a torto o a ragione → rightly or wrongly
per ragioni di famiglia → for family reasons
c. (Mat) → proportion, ratio
in ragione di 20.000 lire per articolo → at the rate of 20,000 lire per item
a ragion veduta → after due consideration (intenzionalmente) → deliberately
far valere le proprie ragioni → to assert one's rights
d. (fraseologia) aver ragione (a fare)to be right (in doing o to do)
aver ragione di qn/qc → to get the better of sb/sth
avere ragione da vendere → to be absolutely right, be dead right (fam)
dare ragione a qn (sogg, persona) → to side with sb (fatto) → to prove sb right
farsi una ragione di qc → to accept sth, come to terms with sth
non sentire ragioni → to refuse to listen to reason
picchiare qn di santa ragione → to give sb a good hiding
2.
ragione di scambio (Econ) → terms pl of trade
ragione sociale (Comm) → corporate name
ragion d'essereraison d'être
ragion di statoreason of State