ragunanza, e raunanza

RAGUNANZA, e RAUNANZA.

Ragnamento.
Boc. n. 19. 25. Dovendosi in un certo tempo dell' anno, a guisa d' una fiera, fare una grande ragunanza di mercatanti.
G. V. 9. 181. Que' della Terra di Moncia, con seguito d' amici di quegli della Torre, fecero raunanza per venire a Melano.
Liv. M. Facéno loro raunanze per soverchiar la plebe.
N. ant. 80. 1. I figliuoli di Priamo sí fecero ragunanza di loro amistade.
M. V. 7. 70. E nelle loro raunanze cominciarono a mormorare contro a Mess. Bernardino da Polenta.
Guid. G. Non le ragunanze del tesoro, ma le prolungazioni della finale morte a se acquistarono.
Tes. Br. 5. 17. Il lavorío d' alcune è comune a tutte, e tutte raunanze, e frutti, e pomi sono comuni a tutte.