rallargare

RALLARGARE.

Maggiormente allargare, contrario di ristrignere. Lat. dilatare, latius reddere.
M. V. 7. 41. E però, come fu messo innanzi di rallargare, e dirizzar la piazza.
Dan. Purg. 24. Poi rallargati per la strada sola [cioè discostati]
¶ Per metaf.
Dan. Purg. c. 3. Lo 'ntento rallargò, sì come vaga [cioè aperse, e mostrò più manifestamente] E Purg. 9. Non stringer, ma rallarga ogni vigore [cioè accresci il vigore]
Sen. Pist. Alcuni sono, che in casa si ristringono, e di fuori si rallargano [cioè divengono liberali]