reda, e rede

REDA, e REDE.

Che reda. Lat. haeres.
Dan. Purg. 14. Fatto s' è reda poi del suo valore.
G. V. 9. 312. 2. Che se rimanessero senza rede di figliuoli maschi legittimi, ne fosse reda il Comun di Firenze.
¶ Per discendente. Lat. posteri.
Dan. Par. 12. Ch' uscir dovea di lui, e delle rede.
Petr. cap. 8. Metello dico, e suo padre, e suo rede.