reverenza

(Reindirizzato da reverenze)

REVERENZA.

Lat. reverentia, observantia.
Albert. cap. 52. La reverenza e virtù, che da convenevole onore alle gravi, e alle solenni persone, e a coloro, che son grandi, per alcuna dignità.
Tes. Br. 7. 59. Reverenza è quella virtù, che ci fa rendere onore a' nobili huomini, e a quelli, che hanno alcuna signoría, ed è suo uficio portar reverenza a' vecchi, e a' maggiori.
Dan. conv. 77. Reverenza non è altro, che confessione di debita suggezione, per manifesto segno.
Com. Purg. 21. Reverenza è virtù, che rende debito onore a persone mature, o esaltate per grado di prelazione.
Bocc. nov. 70. 19. Ilquale, per reverenza dell' abito, ec. E nov. 47. 15. Li sergenti, che 'l menavano, per reverenza del valent' huomo, il fermarono. E g. 1. f. 2. A reverenza di colui a cui tutte le cose vivono.
G. V. 4. 14. 6. Lo seppelirono nella Chiesa dentro, con gran reverenza, e onore. E lib. 10. 56. 5. Non guardando a niuna reverenza di Santa Chiesa.
Dan. Purg. c. 1. Vidi presso di me un veglio solo Degno di tanta reverenza in vista. E Par. 7. Ma quella reverenza, che s' indonna Di tutto me.
Petr. Son. 5. O d' ogni reverenza, e d' onor degna.
¶ Reverenza diciamo a qualunque segno d' onore, che si fa altrui, inchinando 'l capo, o piegando le ginocchia, o movendo qualche altra parte del corpo.
Lorenz. Med. Nencia. Ella fa le più belle riverenze, Che niuna cettadina di Firenze.
Traduzioni

reverenza

hormat

reverenza

vördnad

reverenza

révérence

reverenza

敬畏

reverenza

reverência

reverenza

reverence

reverenza

敬畏

reverenza

คารวะ

reverenza

reverencia

reverenza

eerbied

reverenza

[reveˈrɛntsa] sf = riverenza