riavere

riavere

(ria'vere)
verbo transitivo
1. avere di nuovo, una seconda volta Se mai riavrò l'occasione, ci tornerò.
2. ottenere di nuovo riavere la libertà
3. vedersi restituire Non è riuscito a riavere i suoi soldi.

RIAVERE.

Aver di nuovo nelle mani, ricuperare. Lat. recuperare.
Bocc. nov. 77. 25. Niuna cosa è, laquale io non facessi, per riaver colui, che, ec. E num. 27. Parendogli il suo amante già riaver nelle braccia. E nov. 76. 8. Vuolsi veder via, se noi sappiamo, di riaverlo. E nov. 64. 13. E tanto procacciò, che egli con buona pace riebbe la donna a casa. E nov. 48. 8. Noi il riavrem per trentacinque soldi, ricogliendol testè.
G. V. 9. 317. 2. Ma certamente d' accordo assai, per riavere i prigioni. E lib. 10. 91. 1. I Genovesi v' andarono ad oste per Terra, e per Mare, e riebberlo a patti.
Fiamm. lib. 5. 32. A pena pareva, che potessi le parole riavere.
¶ Per pigliar vigore. Latin. vires resumere.
Vit. Plut. Ma quando 'l ferro fu cavato Alessandro si ricoverò, e riebbesi.
Ariost. Fur. Quanto il Tartaro poich' e' si riebbe Dal colpo, che di se lo trasse fuore.
Traduzioni

riavere

recuperar, reobtener

riavere

återfå

riavere

[riaˈvere] vb irreg
1. vt
a. (gen) → to have again
oggi ho riavuto la nausea → I felt sick again today
b. (recuperare, soldi, libro ecc) → to get back
far riavere qn (da svenimento) → to bring sb round
2. (riaversi) vip (da svenimento, stordimento) → to come round
riaversi dallo stupore → to recover from one's surprise