saggio

saggio

('sad:ʒo)
aggettivo
che ha o manifesta buon senso, equilibrio e prudenza uomo saggio proposta saggia

saggio

('sad:ʒo) maschile

saggia

(a) femminile
nome
1. persona dotata di buon senso ed equilibrio comportarsi da saggio
2. esperto al di sopra delle parti convocato per risolvere una controversia una commissione di saggi

saggio

('sad:ʒo)
nome maschile
1. dimostrazione di capacità dare un saggio della propria forza
2. esibizione pubblica dimostrativa delle capacità acquisite saggio di ginnastica saggio musicale
3. esemplare o parte di esso che permette di valutare il prodotto un saggio di profumo
4. copia gratuita in regalo inviata dall'editore per propaganda ricevere un saggio

saggio

('sad:ʒo)
nome maschile
pubblicazione dedicata a un argomento specifico un saggio di linguistica

SAGGIO.

Sust. è una piccola parte, che si lieva dallo 'ntero, per farne pruova, o mostra. Lat. specimen.
Dan. Purg. c. 16. Ma qual Gherardo è quel, che tu per saggio Di ch' è rimaso.
But. Cioè per esempo.
Passav. c. 41. Rispose, ec. che ne gli mosterrebbe alcun saggio. E car. 43. Temendo di non andare a quelle orribili pene, delle quali aveva il saggio.
¶ Per similit.
Coll. S. Pad. Quelle il cui peso, e prezzo, rodendo la ruggine della vanitade, non lasciano ragguagliare al saggio de' Padri, scusiamo, come monete leggieri, e dannose.
¶ Per avvertimento, ed esemplo il disse il Morg.
Morg. Questo esser debbe ad ogni savio un saggio.
¶ Per la pruova stessa, o cimento.
G. V. 6. 55. 1. Fecene far saggio, e trovolli di finissimo oro. E lib. 8. 80. 1. E sanza farne far saggio, perch' era presentato da femmina, ne mangiò assai.
Oggi in questo signific. diciamo anche, far la credenza.
Dan. Purg. 27. E di pochi scaglion levammo i saggi, che, ec. [cioè avavámo fatto pruova di salir pochi scaglioni]
¶ Per una certa quantità determinata.
Mil. M. Polo. E vagliono le ottanta porcellane un saggio d' argento, che sono due grossi Viniziani, e gli otto saggi d' ariento fine, vagliono un saggio d' oro fine.
E SAGGIO, o SAGGIUOLO è un picciol fiaschetto, nel quale si porta altrui il vino, perch' e' ne faccia il saggio:
e dicesi anche SAGGIUOLO a quelle bilancette, con che si pesano i fiorin dell' oro.

SAGGIO.

Add. Vedi savio. Lat. sapiens.
M. V. 11. 65. Molti antichi, e cari cittadini, saggi, e intendenti erano schiusi dagli ufici.
Dan. Par. 14. Biancheggia, ec. Galassia sì, che fa dubbiar ben saggi. E Purg. c. 4. Finchè n' appaia alcuna scorta saggia.
Petr. Son. 208. Bel dono è d' uno amante antiquo, e saggio. E canz. 49. 2. Vergine saggia, e del bel numero una.
¶ Per consapevole.
Dan. Purg. c. 5. Corsero incontra noi, e dimandarne Di vostra condizion fatene saggi.
Dan. Purg. 27. Che 'l Sol corcar per l' ombra, che si spense, Sentimmo dietro, ed io, e li miei saggi. E Inf. c. 1. Aiutami da lei famoso saggio, Ch' ella mi fa tremar le vene, e i polsi.
Traduzioni

saggio

благоразумен, експеримент, кротък, мъдрец, мъдър, образец, опит, послушен, разумен, реферат, трезв, трезвен, учен

saggio

essay, vis

saggio

eseo, saĝa

saggio

âqel, dânâ, maqâlé, tâqel

saggio

essayo, monstra, prudente, sage, sagio, specimen

saggio

mądry, esej

saggio

ascultător, cuminte, eseu, încercare, înţelept, probă, studiu

saggio

aalim, daanaa

saggio

esej, moudrý

saggio

essee, viisas

saggio

esej, mudar

saggio

エッセイ, 賢い

saggio

수필, 현명한

saggio

essay, klok

saggio

uppsats, vis

saggio

เฉลียวฉลาด, เรียงความ

saggio

bài luận, khôn ngoan

saggio

1/gia, gi, ge [ˈsaddʒo]
1. aggwise
2. smwise man (Antichità) → sage

saggio

2/gi [ˈsaddʒo] sm
a. (prova, di abilità, forza) → proof
dare saggio di → to give proof of
saggio di ginnastica → gymnastics display
saggio di musica → recital
b. (campione) → sample; (di libro) → sample copy
in saggio → as a sample
c. (scritto, letterario) → essay (Scol) → written test
d. (di metalli preziosi) → assay