salvatichezza

SALVATICHEZZA.

Astratto di salvatico.
Lab. n. 68. E assai bene ora conosco, ec. la salvatichezza del luogo.
Cr. 2. 13. 19. Niuna altra cosa è la salvatichezza della pianta, se non negligente coltivamento di quella.
¶ Per metaf. vale rozzezza, zotichezza. Lat. rusticitas.
G. V. 8. 38. 3. Per conversion della loro invidia, con la bizzarra salvatichezza, nacque il superbio sdegno tra loro.
Bocc. n. 26. 5. Che non ch' altri, ma Catella lasciò una salvatichezza, che con lui aveva.