sapere

(Reindirizzato da saprebber)

sapere

(sa'pere)
verbo transitivo
1. possedere nozioni acquisite con lo studio, l'informazione e sim. sapere la grammatica sapere la poesia a memoria Crede di sapere tutto.
2. possedere capacità acquisite con la pratica sapere il proprio mestiere
pop. essere molto furbo
3. conoscere per aver visto o provato personalmente sapere come va il mondo
4. essere o venire informato di qlco Sai dove abita? So che sua figlia si è sposata. Da chi l'hai saputo?
informare qlcu di qlco
disinteressarsene, non volerci avere a che fare Non ne voglio più sapere di lei! Non vuol saperne di studiare.
5. seguito da infinito essere in grado di saper leggere e scrivere Non so ballare.
essere in gamba o particolarmente scaltro Ci sa fare con le donne.
6. in frase negativa non avere idea Non sa più che cosa fare. Non so come faccia a vivere con un tipo così.
7. rendersi conto, essere consapevole So di aver commesso un grave errore.
formula usata per esprimere il timore di un'eventualità Prendi l'ombrello, non si sa mai.

sapere


verbo intransitivo aus. avere
1. essere esperto di qlco sapere di motori
2. vere sapore o odore Questo pane sa di muffa. La stanza sa di fumo.
3. figurato dare una certa impressione Questa storia sa di invenzione. Mi sa che tra un po' nevica.

sapere


nome maschile singolare
complesso di nozioni, di conoscenze il sapere umano una persona di grande sapere

SAPERE.

Avere certa cognizione d' una cosa per via di ragione. Lat. scire.
Mor. S. Greg. Sapere è aver sapor delle cose: ora molti hanno saper delle cose eterne, e nientedimeno non le intendono.
Dan. Par. 2. Sì che poi sappi sol tener lo guado. E cant. 11. Dio lo si sa, qual poi mia vita fusi. E cant. 23. Fatta più grande di se stessa uscío, E che si fesse rimembrar non sape. E Purg. 2. Poi d' ogni parte ad esso m' apparía Un, non sapea che, bianco. E cant. 5. Salsi colui, che 'nnanellata pria, Disposando m' avea con la sua gemma. E cant. 31. Salsi colei, che la cagion mi porse. E appresso. Non fora men nota La colpa tua da tal giudice sassi. E Purg. 12. Allor fec' io, come color che vanno Con cosa in capo da lor non saputa.
Petr. Son. 217. Ne so che me ne pensi, o che mi dica. E canz. 38. 5. E gli aspidi incantar sanno in lor note.
Bocc. nov. 42. 9. E non sappiendo ella stessa, che cagione a ciò la si movesse, in se stessa prese buono agurio d' aver questo nome udito, e cominciò a sperare, senza saper che. E nov. 44. 9. La giovane saputo questo, prestamente vi fece fare un letto. E nov. 77. 19. Ma sai che è? portatelo in pace, che quello che stanotte non è potuto essere, sarà un' altra volta. E nov. 79. 46. Voi tremavate, come verga, e non sapavate dove voi foste. E nov. 39. 11. La mattina seguente fu saputo, per tutta la contrada, come questa cosa era stata.
¶ Per aver sapore.
Dan. Par. 17. Tu proverrai, sì come sa di sale Lo pane altrui.
Bocc. nov. 10. 9. Che so io, Madonna, se, nell' eleggere degli amanti, voi vi faceste il simigliante? [cioè io non son sicuro, che voi nol faceste] E nov. 79. 21. Sie pure infermo se tu sai, che mai di mio mestiere io non ti torrò un denaio [cioè ammala pur quanto tu puoi]
Non ne saper ne grado, ne grazia.
Liv. M. Non ne seppono ne grado, ne grazia allo 'mperadore [cioè non n' ebbero]
Saper buono, cioè parer buono.
Fr. Giord. S. Nondimeno sono dell' anima, che gli ama, e vuole, e sannole buoni.
Saper reo, parere strano, dispiacere.
Nov. ant. 55. 1. Mess. Brancadoria il vide, seppeli reo.
¶ Diciamo. E ' non sa fare altro che gridare, cioè e' non fa mai altro che gridare, alquale è simile, udire altro non sanno.
Petr. Son. 209. Ne l' orecchie, che udire altro non sanno.
Non saper che si fare, non saper che si dire [cioè essere inrisoluto]
Bocc. n. 34. 9. Sappiendo che il Re Guiglielmo suo avolo, data avea la sicurtà al Re di Tunisi, non sapeva che farsi.
Saper far tanto, cioè di maniera.
Bocc. nov. 77. 43. Io seppi tanto fare, che io costassù ti feci salire. Sappi tu ora tanto fare, che tu ne scenda.
Sapere a mente, avere impresso nella memoria in maniera, che si possa ridíre.
Bocc. nov. 70. 10. Si fu uno, ilqual pareva, che tutti i miei peccati sapesse a mente.
Ben sai vale SI, modo affermativo.
Bocc. nov. 65. 8. Ben sai ch' io fo de' peccati, come l' altre persone.
Passav. car. 147. Ben sapete voi che sì, da che huomo mai non mi s' appressò.
Bocc. nov. 73. 15. Sappi chi sarebbe stato sì stolto, che avesse creduto, che, ec. [cioè chi domin sarebbe stato]
Traduzioni

sapere

знам, знание, зная, мога (можеш), наука, познание

sapere

saber

sapere

umět, vědět, moci

sapere

vide, kan

sapere

koni, scii

sapere

balad budan, dânestan [dân-], elm, ma'refat, savâd

sapere

cognoscer, saper

sapere

umieć, znać, móc

sapere

şti

sapere

ha reda på, veta, vetande, kunna

sapere

jua

sapere

znaty

sapere

aagaah hona, aaSHna hona, idraak karna

sapere

osata, tietää

sapere

moći

sapere

・・・できる

sapere

...할 수 있다

sapere

kan

sapere

poder, saber

sapere

สามารถ

sapere

có thể

sapere

, 知道

sapere

לדעת

sapere

知道

sapere

[saˈpere] vb irreg
1. vt
a. (conoscere, lezione, nome) → to know; (venire a sapere, notizia) → to hear
sai dove abita? → do you know where he lives?
sai se torna? → do you know if o whether he is coming back?
lo so → I know
non ne so nulla → I don't know anything about it
sa quattro lingue → he knows o can speak four languages
non ne vuole più sapere di lei → he doesn't want to have anything more to do with her
come l'ha saputo? → how did he find out o hear about it?
ho saputo che ti sei sposato → I hear you got married
vuoi sapere la verità? → do you want to know o hear the truth?
far sapere qc a qn → to let sb know (about) sth, inform sb about sth
venire a sapere qc (da qn) → to find out o hear about sth (from sb)
b. (essere capace di) → to know how to
non sa far niente → he can't do anything
sai nuotare? → do you know how to swim?, can you swim?
sa (come) cavarsela → he can manage
c. (rendersi conto) → to know
non sa cosa dice → he doesn't know o realize what he's saying
sa quello che fa → he knows what he's doing
so com'è difficile parlargli → I know how difficult it is to talk to him
senza saperlo → without realizing it, unwittingly
d. (fraseologia) è difficile, e io ne so qualcosait's difficult and don't I know it
e chi lo sa? → who knows?
si sa che... → it's well known that ..., everybody knows that ...
non si sa mai → you never know
non saprei → I don't o wouldn't know
non saprei dire → I couldn't say
mi dispiace, non so che farci → I'm sorry, I don't see what I can do about it
averlo saputo! → had I (o we ecc) known!, if only I (o we ecc) had known!
ci sa fare con le donne/macchine → he has a way with women/cars
lui sì che ci sa fare → he's very good at it
2. vi (aus avere)
a. sapere di (aver sapore) → to taste of; (aver odore) → to smell of (fig) → to smack of, resemble
è un film che non sa di niente → it's a very dull film
b. mi sa che... (credo) → I think (that) ...
mi sa che non viene → I don't think he's coming
3. smknowledge