sconvenevolezza

SCONVENEVOLEZZA.

Contrario di convenevolezza, cosa che non conviene. Lat. *indecentia, *disconvenientia usò Tertulliano.
Bocc. nov. 98. 16. Che quanto più era di Gisippo la liberalità, tanto di lui, ad usarla, pareva la sconvenevolezza maggiore.
Pist. Cic. a Quin. La loro avarizia, e le loro sconvenevolezze.
Lab. num. 321. Vuo' tu per ciò, per la sua sconvenevolezza consumarti? Ella, a buona ragione, ha più da rammaricarsi che non hai tu, perciocchè della sua sconvenevolezza ella perdè, dove tu ne guadagni [cioè d' aver mancato a quel che conveniva]