segno


Ricerche correlate a segno: segno zodiacale

segno

Mettere la vela a segno significa regolare la vela in modo che quest'ultima esprima la massima efficienza rispetto all'andatura che si sta tenendo.

segno

('seɲo)
nome maschile
1. indizio da cui si possono trarre deduzioni segni premonitori i segni di una malattia Se non apre è segno che sta dormendo.
buono / cattivo indizio
come prova o dimostrazione di in segno di amicizia Le ha regalato un anello come segno d'amore.
2. atto o parola che manifesta un modo di essere manifestare segni di gioia dare segni di vita
3. movimento con la mano, la testa e sim. Mi ha fatto segno di stare zitto. comunicare a segni
4. espressione grafica che rappresenta convenzionalmente qlco i segni della punteggiatura il segno della sottrazione
5. elemento che sintetizza una realtà più ampia La colomba è segno di pace
le dodici costellazioni zodiacali Di che segno sei?
6. impronta lasciata da qlco su una superficie Sul pavimento ci sono i segni delle scarpe sporche. Le ruote hanno lasciato il segno sulla neve.
figurato essere ricordato, avere conseguenze
7. traccia che contrassegna il punto fino a cui si è arrivati fare un segno fino a dove si è letto
non trovare più il punto in cui si è arrivati a leggere
esagerare
8. punto a cui si mira centrare il segno tiro a segno
a. colpire il bersaglio L'attaccante mise a segno il colpo.
b. figurato raggiungere l'obiettivo L'azienda ha messo a segno il colpo.

figurato indovinare

SEGNO.

Si dice a quello, che, oltre all' offerir se medesimo a' sensi, da indizio d' un' altra cosa. Lat. signum.
Tes. Br. 8. 53. Segno si è una dimostranza, che da presunzione, che la cosa fu, o sarà, secondo la significanza di colui.
Bocc. n. 58. 1. Con onesto rossore, ne' lor visi apparito, ne dieder segno. E nov. 1. 12. Sarebbe gran biasimo, e segno manifesto di poco senno. E nov. 18. 21. Avendo un segno, e altro guardato, e non potendo la sua infermità tanto conoscere.
Passav. 120. Ne mostrando segno di sospetto veruno.
Amm. ant. Io reputo, che la virtù della pazienzia sia maggiore, che i segni, o i miracoli.
Dan. Par. 6. E al mio Belisar commendai l' armi, Cui la grazia del Ciel fu sì congiunta, Che segno fu, ch' io dovessi posarmi. E Inf. 25. Non facea segno alcun, che si paresse.
Petr. cap. 7. Questi è corso A morte, non l' aitando: i' veggio i segni.
¶ Per contrassegno.
Bocc. n. 50. 9. Del quale tutti i segni le disse. E nov. 27. 47. Tra per questo, e per gli altri segni, riconosciuto fu colui, che era stato ucciso.
M. V. 9. 87. E ciascuni de' Banderesi ha il segno. M. D. popolari bene armati.
¶ Per figura.
Passav. 342. Involgono scritte di nomi di Demóni, e de' segni, e di figure, e di caratteri trovati.
Dan. Purg. 18. Ma non ciascun segno E buono, ancorchè buona sia la cera.
¶ Per cenno. Lat. Indicium.
Bocc. n. 44. 7. Tanto fece, che ella vide Ricciardo, e fecegli un segno posto tra loro. E nov. 45. 7. Sì che quando e' vedesse un segno, ch' ella farebbe, egli venisse. E nov. 65. 15. Sen' andò alla buca, e fece il segno usato. E nov. 45. 8. E, fatto il segno posto, andò ad aprir l' uscio.
Amet. c. 89. Essi sono alle mie battaglie disposti, e: senza segno, contra gli nimici, s' affrontano, per vittorioso segnale, il mio scudo voglio a quella lasciare.
M. V. 1. 22. A un segno dato, ordinate le guardie de' sergenti sopra 'l carriaggio, corsono i Cavalieri a' lor cavalli.
¶ Per cenno, volere, arbitrio. Lat. nutus, us.
M. V. 2. 20. I Gambacorti, a cui segno Pisa si governava. E lib. 4. 17. Mostrò di voler far dell' Aquila la volontà del Re, ma con astuzia, e senno, dissimulando col Re, tenea l' Aquila continuamente al suo segno.
¶ Per l' orina degli ammalati che si mostra al medico.
Bocc. 83. 7. Bruno, andatosene al maestro Simone, vi fu prima, che la fanticella, che 'l segno portava. E di sotto. Il maestro veduto il segno disse.
¶ Per insegna.
Dan. Par. 6. Perchè tu veggi, con quanta ragione, Si muove contra 'l sacrosanto segno. E di sotto. Ma ciò, che 'l segno, che parlar mi face, Fatto avea prima, e poi era fatturo.
¶ Per guida, scorta.
Petr. Son. 172. Or con sì chiara luce, e con tai segni Errar non desi.
¶ Per berzaglio, e fine al qual, noi dirizziamo il pensiero. Latin. scopus, terminus, gr.
Bocc. n. 7. 1. Bella cosa è, ec. il ferire un segno, che mai non si muti.
Petr. 104. Amor m' ha posto, come segno a strale.
Dan. Purg. 31. E con men foga l' asta il segno tocca. E Par. c. 1. Che ciò, che scocca drizza in segno lieto. E Par. 21. Sì che non presuma A tanto segno più muover li piedi.
Petr. Son. 317. Dammi, Signor, che 'l mio dir giunga al segno Delle sue lodi [cioè alla perfezione] E Son. 46. Io rivolsi i pensier tutti ad un segno.
¶ Per termine. Lat. terminus.
Bocc. Introd. n. 37. Senza trapassare in alcuno atto il segno della ragione.
M. V. 9. 87. E appresso cominciata hanno così aspra giustizia, che passano i segni, per troppa rigidezza.
Petr. cap. 10. Che in quella schiera andò più presso al segno, Al quale aggiunge, a chi dal Cielo è dato.
¶ Per macchia, cioè macula, livido, rossore, o simil sorta di vestigi. Lat. nota, maculae, vibex.
Bocc. n. 68. 17. Si mi ponete mente, se io ho segno alcuno per tutta la persona di battitura.
Dan. Par. 2. Ma ditemi, che son li segni bui Di questo corpo?
Fare il segno della croce, segnare. Lat. minuire signo crucis.
Dan. Purg. 2. Poi fece il segno lor di Santa croce.
Bocc. n. 99. 44. Fattosi il segno della croce andò a lui.
Fare stare a segno : costrignere a ubbidire. Latin. in officio continere.
Petr. cap. 1. Pur Faustina il fa qui stare a segno: il che anche diciamo Tenere, o fare stare a stecchetto.
Tornare a segno, ridursi all' esser di prima, e pigliasi in buona parte, il che anche diciamo, ma in modo basso, tornare a bomba : metaf. presa da un giuoco di scherzo detto POME, o Mezzo POME, e vale ritornare al luogo, dove altri s' è partito, detto BOMBA.
Morg. Ma di tornare a bomba è il fin del pome. E altrove. E disse più da bomba non mi Scosto.
Dar nel segno, che anche diciamo IMBERCIARE.
Morg. E chi gettava la gatta, e chi 'l pollo, e ogni volta lo 'mberciava a sesta.
¶ Per metaf. apporsi, pigliare il nerbo della cosa. Lat. rem acu tangere. Scopum attingere.
Traduzioni

segno

marca

segno

odznak, sen, znak, znamení, známka

segno

tegn

segno

signo

segno

alâmat ①, asar, nešân, ramz

segno

gesto, nota, scopo, signo, stigma, vestigio

segno

ozór, znak

segno

prägel, märke, tecken

segno

asar, ishaarah, nishaan, nishaanee

segno

merkintä, merkki

segno

signalizirati, znak

segno

兆候, 印, 合図

segno

표시

segno

teken

segno

marca, sinal

segno

เครื่องหมาย, ให้สัญญาณ, ป้าย

segno

dấu, dấu hiệu

segno

знак

segno

[ˈseɲɲo]
1. sm
a. (gen) → sign; (traccia) → mark, sign; (graffio) → scratch; (indizio) → sign, indication
lasciare un segno (anche) (fig) → to leave a mark
non c'era segno di vita → there was no sign of life
non ha dato segni di vita → he gave no sign of life
è brutto segno → it's a bad sign
in o come segno d'amicizia → as a mark o token of friendship
diede segno di voler andare → he indicated that he wanted to leave
perdere il segno (leggendo) → to lose one's place
il segno dei suoi passi → his footprints pl
fare segno di sì → to nod
fare segno di no → to shake one's head
fare segno con la mano → to make a sign with one's hand
mi fece segno di spostarmi/avvicinarmi/fermarmi → he made a sign to me to move/come nearer/stop
essere del segno dell'Acquario eccto be an Aquarian ecc
b. (bersaglio) → target
tiro a segno → target shooting
cogliere o colpire nel segno → to hit the target o mark (fig) → to hit the bullseye, hit the nail on the head
2.
"segni particolari" (su documento) → "distinguishing marks"
il segno della croce (Rel) → the sign of the cross
segno meno (Mat) → minus sign
segno piùplus sign
segno zodiacalesign of the zodiac