sicuro, e securo


Ricerche correlate a sicuro, e securo: di sicuro

SICURO, e SECURO.

Senza sospetto, fuor di pericolo. Lat. securus, tutus.
Petr. canz. 4. 6. Con queste armi vincevi il mio cuor duro, Or se tu disarmato, io son sicuro.
Dan. Inf. 21. Securo già da tutti i vostri schermi?
Bocc. canz. 6. 1. E ciascuna mia arme posi in terra, Come sicuro chi si fida face. E nov. 19. 25. Acciocchè i mercatanti, e le mercatantíe sicure stessero.
Dan. Par. 7. Esser dovrien da corruzion sicure.
Bocc. n. 43. 16. Noi t' accompagneremo infino ad un castello, ch' è presso di qui cinque miglia, e sarai in luogo sicuro. E n. 14. 16. Quivi parendogli esser sicuro [cioè in luogo libero]
Porre in sicuro vale, porre in istato sicuro.
Pass. 11. Tu non hai male di rischio, ec. I medici ti pongono in sicuro di questa infermità.
¶ Per ardito. Lat. audens, confidens.
Dan. Par. 13. Non sien le genti ancor troppo sicure. A giudicar. E Inf. 21. Mestier gli fu d' aver sicura fronte.
Bocc. n. 77. 25. E a far ciò convien, che chi 'l fa sia di sicuro animo.
¶ Per quegli, che può assicurarsi di suo sapere, e di suo potere. Latin. solers.
G. V. Questi fue huomo savio, giusto, e grazioso, prode, e sicuro in arme, onesto, e cattolico.
Cr. 9. 6. 6. E utile molto di cavalcarlo spesso, ec. perocchè, per questo, diventa sicuro, e ardito.
¶ In vece di certo, chiaro. Lat. certus.
Dan. Purg. c. 13. Ed o gente sicura, Incominciai, di veder l' alto lume.
Bocc. n. 15. 28. Vivi sicuro, che come addormentato ti fossi, saresti stato ammazzato.
Render sicuro, accertare. Lat. alicui recipere.
Bocc. n. 29. 10. Ma di questo vi rendo sicuro, che io non sarò mai di tal maritaggio contento.
Stare al sicuro, o nel sicuro, vale, non correr risico. Lat. tutiorem viam tenere.
Passav. 202. Per istar nel sicuro miglior via è, che altri confessi tutti i suo' peccati mortali, o veniali, o dubbj, che sieno.
G. V. lib. 1. 56. 2. Feciono due risedj a modo di castella, ov' è oggi il più alto della Città di Siena, per istar più al sicuro.