strumento, e stormento

STRUMENTO, e STORMENTO.

Quello, col quale, o per mezzo del quale, noi operiamo. Lat. instrumentum.
G. V. 12. 40. 2. E dissene, co' suoi stormenti, visibilmente vide la congiunzione.
Maestruz. Imperocchè la parola, e 'l fatto sono strumento dello 'ngannare.
N. ant. 31. 1. Erano li Saracini in grandissima moltitudine, con molte generationi di stormenti [cioè ordigni]
¶ Per liuto, gravecembalo, trombone, e altri strumenti musicali.
Bocc. Introd. n. 54. Comandò la reina, che egli strumenti venissero. E nov. 79. 11. I dolci Suoni d' infiniti strumenti. E g. 5. p. 3. E con gli sturmenti, e con le canzoni alquante danzette fecero.
G. V. 8. 76. 5. Sonando loro stormenti, e faccendo scherne de' Fiamminghi.
¶ Per contratto, e simile scrittura pubblica. Lat. instrumentum.
Bocc. nov. 1. 6. Quando uno de' suo' strumenti, ec. fosse altro, che falso trovato.
G. V. 11. 30. 2. E ciò fatto, e confermato per solenni strumenti.