tentare

(Reindirizzato da tentati)

tentare

(ten'tare)
verbo transitivo
1. anche assol. cercare di fare o ottenere qlco tentare di convincere qlcu tentare un esperimento
intraprendere qlco sperando nella buona sorte
2. sperimentare un mezzo Stanno tentando una nuova terapia. tentare un nuovo metodo
3. mettere voglia Quei pasticcini mi tentano troppo!
4. indurre al male Il serpente tentò Eva.

TENTARE.

Far pruova, cimentare. Lat. tentare, experiri, periculum facere.
Bocc. n. 99. 48. Ma poichè tempo parve a Mess. Torello di volerla tentare, se di lui si ricordasse. E n. 38. 12. Prese consiglio, in altrui persona, tentar quello, che il marito dicesse di farne.
¶ Per toccar leggiermente una cosa, tastandola, per chiarirsi di qualche dubbio, che s' abbia intorno di essa.
Dan. Inf. 24. Ma tenta pria s' è tal, ch' ella ti reggia.
Bocc. n. 17. 9. E or l' una, e or l' altra, dopo molto chiamar, tentando, poche ve ne trovò, che avessero sentimento. E nov. 38. 12. Stesa oltre la mano, acciocchè si svegliasse, il cominciò a tentare, e, toccandolo, il trovò, come ghiaccio, freddo.
E da tentare, in questo signific. diciamo TENTA a quel sottil ferro, che adopra il cerusico, per conoscere la profondità della ferita. Lat. specillum.
¶ Per toccar leggiermente, o per far volgere altrui a se, o per avvertirlo, quasi con cenno, di che che sia. L. fodicare.
Dan. Inf. 27. Quando 'l mio Duca mi tentò di costa. E cant. 12. Poi mi tentò, e disse quegli è Nesso, Che morì, ec.
¶ Per importunare, instigare. Lat. tentare, instigare.
Bocc. n. 41. 12. Più volte fece tentar Cipséo, ec. che lei per moglie gli dovesse dare. E nov. 69. 6. Dubitò non la donna ciò facesse per tentarlo.
Passav. 58. Il Diavolo lascia di tentar coloro, i quali egli pacificamente possiede.
Bocc. g. 5. f. 2. Di chi con alcuno leggiadro motto tentato si riscotesse [cioè offeso, punto] E nov. 4. 4. E tutto fu tentato di farsi aprire [cioè ebbe in pensiero]
¶ In signif. neutr. mettersi alla pruova, provare, cercare, cimentarsi. Latin. tentare, experiri, periculum facere.
Bocc. nov. 18. 28. Si dispose a voler tentare, come quel potesse osservare, ec. E nov. 15. 36. Tentò più volte col capo, e con le spalle, se alzar potesse il coperchio. E nov. 95. 5. Pur seco propose di voler tentare, quantunque fare se ne potesse.
Petr. Son. 205. Tenta se forse ancor tempo sarebbe Di scemar nostro duolo.
Traduzioni

tentare

опитвам, съблазнявам

tentare

arriscar

tentare

forsøge, friste

tentare

tenti

tentare

âzmudan [âzmây-], kušidan, sa'y kardan

tentare

tenter

tentare

attraher, effortiar se a, essayar, probar, tentar

tentare

strădui (se strădui)

tentare

fresta, försöka

tentare

jaribu, shawishi

tentare

lákat, pokusit se

tentare

houkutella, yrittää

tentare

namamiti, pokušati

tentare

試みる, 誘惑する

tentare

시도하다, 유혹하다

tentare

tentar

tentare

ทำให้อยาก, พยายาม

tentare

cám dỗ, cố gắng

tentare

试图, 诱使

tentare

[tenˈtare] vt
a. (provare) tentare qc/di fare qcto attempt o try sth/to do sth
ho tentato l'esame, ma non l'ho passato → I attempted the exam but I didn't pass it
tentare il suicidio → to attempt suicide, try to commit suicide
tentato suicidio → attempted suicide
tentare un nuovo metodo (sperimentare) → to try out a new method
le ho tentate tutte (per convincere qn) → I have tried every way
tentare la sorte → to try one's luck
tentar non nuoce → there's no harm in trying
b. (cercare di corrompere, allettare) → to tempt; (mettere alla prova) → to test