tirato

tirato

(ti'rato)
aggettivo
1. disteso in lunghezza corda tirata
2. figurato provato moralmente e fisicamente avere un viso tirato
3. figurato privo di spontaneità un sorriso tirato
4. figurato parsimonioso con il denaro essere tirato nello spendere
5. figurato non convincente, che poggia su basi non solide un ragionamento tirato
forzato, che non regge un discorso tirato per i capelli una motivazione tirata per i capelli
6. familiare ben vestito essere tirato a festa
a. persona vestito elegantemente tirato a lucido per l'occasione
b. luogo pulito in modo impeccabile casa tirata a lucido

TIRATO.

Add. Disteso, contrario di GRINZO. e di LENTE. Lat. distentus.
Lab. n. 258. Alle gote, dalle bianche bende tirate, risponde la ventraia.
Bocc. nov. 6. 3. Gli suoi poderi erano grandi, e ben tirata la borsa [cioè, che per esser ben piena non facea grinze]
¶ E TIRATO diciamo a chi sa far bene i fatti suoi, ed è misero, e vantaggioso.
Cant. Carnascialeschi. A chi non vuole stare in sul tirato.
Traduzioni

tirato

kešidé

tirato

tense

tirato

puxado

tirato

משך

tirato

tirato

τράβηξε

tirato

tirato

изтеглен

tirato

プル

tirato

trukket

tirato

/a [tiˈrato] agg (teso) → taut; (stanco, viso, espressione) → drawn; (avaro, persona) → stingy