titolo

titolo

('titolo)
nome maschile
1. nome che si dà a un'opera, uno scritto e sim. il titolo di un libro il titolo di una canzone il titolo di un paragrafo
2. cinema pl. didascalie con i nomi degli attori e di coloro che hanno preso parte al film titoli di testa e di coda
3. qualifica specifica di una persona avere il titolo di professore titolo di principe titoli accademici
quello che si consegue alla fine degli studi
sport quello ottenuto da chi vince un campionato
4. reputazione conquistata avere il titolo di gran lavoratore
5. figurato potere che giustifica qlco Non hai alcun titolo per farmi questa osservazione.
con valore di L'ho fatto a titolo di favore. Ve lo dico a titolo di consiglio chiedere qlco a titolo informativo
bur. biglietto
6. finanza azione o obbligazione titoli di borsa
che certifica il debito dello Stato nei confronti di chi ha sottoscritto il prestito pubblico
7. chimica percentuale tra la quantità di un componente e quella complessiva
la percentuale di oro in una lega

TITOLO.

Dignità, grado, o nome, che significhi tali cose. Lat. titulus, dignitas.
Bocc. n. 55. 4. Sempre rifiutando d' esser chiamato maestro, il qual titolo, ec.
G. V. 8. 42. 2. Gli diede titolo di paciaro in toscana.
Lab. n. 314. Quanti sono i signori, li quali, se io per li loro titoli teli nominassi, in tuo danno te ne vanaglorieresti.
M. V. 3. 60. Huomini, che non sapiéno quello, che titolo de' giudici portassono, e a loro non se n' aspettava alcuna cosa.
¶ Per inscrizione, denominazione. Lat. inscriptio, titulus.
Bocc. g. 4. p. 23. A chi le presenti novellette riguarda, le quali, non solamente in fiorentin volgare, e in prosa scritte per me, e senza titolo.
Dan. Inf. 33. Breve pertugio dentro dalla muda, La qual per me ha 'l titol della fame.
¶ Per vanto, fama. Lat. laus, gloria, fama.
Lab. n. 214. Sì come quella, che di tutte avrebbe voluto il titolo.
Petr. cap. 1. Poi vien colei, ch' ha 'l titol d' esser bella.
¶ Per ragione, termine legale. Lat. ius.
Bocc. nov. 94. 19. Questa donna meritamente è mia, ne alcuno con giusto titolo me la può raddomandare. E num. 21. Giusto titolo parendogli avere in ciò, che la tracutaggine altrui aveva gittato via.
¶ Per pretesto, colore. Lat. color, precextus.
Bocc. n. 11. 10. Non parendo avere altro più giusto titolo a fargli dar la mala ventura. E nov. 33. 10. Venduto alcune posessioni, lequali avevano sotto titolo di voler co' denari andar mercatantando.
G. V. 4. 5. 3. Entrarono in Fiesole sotto titolo di veder la detta festa.
TITOLO diciamo anche a quel punto che si pone sopra la lettera í.
Traduzioni

titolo

заглавие, звание, название

titolo

overskrift, titel

titolo

titolo

titolo

laqab, onvân, sahâm

titolo

appellativo, motivo, qualification, ration, titulo

titolo

manşetă

titolo

titel, rubrik

titolo

fungu

titolo

başlık

titolo

nazva

titolo

naam

titolo

název, titulek

titolo

nimi, otsikko

titolo

naslov

titolo

見出し, 題名

titolo

제목, 큰 표제

titolo

ชื่อเรื่อง, หัวข่าว

titolo

tiêu đề, tựa

titolo

標題

titolo

[ˈtitolo] sm
a. (di libro) → title; (di giornale) → headline
titoli di coda (Cine, TV) → closing credits
titoli di testa (Cine, TV) → opening credits
b. (Fin) (gen) → security; (azione) → share, stock
titoli esteriforeign securities
titoli di statogovernment securities o bonds
titolo di creditodocument of credit
titolo obbligazionariobond, share certificate
titolo al portatorebearer bond
titolo di proprietàtitle deed
c. (qualifica, nobiliare) (Sport) → title; (di studio) → qualification
titolo mondiale (Sport) → world title
d. (fig) (motivo) a che titolo sei venuto?why o for what reason have you come?
a titolo di amicizia → for o out of friendship
a titolo di curiosità → out of curiosity
a titolo di prestito/favore → as a loan/favour (Brit) o favor (Am)
a titolo di cronaca → for your information