transvedere

TRANSVEDERE.

Ingannarsi col vedere. L. visu decipi.
Bocc. n. 69. 28. Perchè del certo la magagna di questo transvedere dee proceder dal pero.
Oggi più comunemente Davedere.