trasandare

TRASANDARE.

Trapassare molto avanti, trascorrere. Lat. praetergredi.
Nov. ant. 35. 2. E andando dietro a una gran cerbia, era tanto trasandato, ch' era rimaso tutto solo.
Mor. S. Greg. Sotto un zelo di dirittura, fa trasandar la mente in turbazione.
Conv. Dan. 90. Sono molti di sì lieve fantasía, che in tutte le lor ragioni trasvanno, e anzi che sigillogizzino, hanno conchiuso.
¶ Per metaf. uscir de' termini convenevoli, ecceder l' onesto. Latin. honestatis limina praetergredi.
Bocc. nov. 41. 12. Quantunque, ec. Sì come i giovani amanti molto spesso fanno, trasandasse.
¶ In att. signif. trascurare, dismettere. Lat. curam intermittere.
Collaz. S. Pad. Che dopo cotante fatiche, e virtudi, per le quali egli avea trasandato tutti i monaci abitanti nel detto luogo.