uficio

UFICIO.

Quello, che a ciascun s' aspetta di fare, secondo il suo grado. Lat. officium.
Bocc. n. 31. 29. O molto amato cuore, ogni mio uficio, verso te, è fornito.
Fiamm. lib. 5. 13. Crudelissimo uficio operaváte voi contro alla mia volontà.
¶ Per carico di magistrato, o d' altro affare. Lat. munus, provincia, magistratus.
Dan. Inf. 13. Fede portai al glorioso ufizio.
Bocc. n. 98. 3. Nell' uficio chiamato triunvirato.
¶ Per l' ore canoniche della Chiesa, o altre preghiere pubbliche, dette comunemente in lat. *divinum officium.
Bocc. Introd. n. 28. Uditi i divini ufici in abito lugubre.
M. V. 7. 20. Fatto fare solenne uficio per li morti, e rendute grazie a Dio.