uscimento

USCIMENTO.

L' uscire. Lat. exitus, us, e del sangue, fluxio.
Cr. 9. 81. 3. Quivi si richiuda sì, che s' impedisca l' uscimento de' pesci.
M. V. 11. 1. Con vilissimo, e vituperabile uscimento di vita [cioè morte]
Cr. 1. 5. 8. E alle femmine viene molto uscimento di sangue mestruo.
¶ Per metaf. fine, esito, successo. Lat. finis, exitus, eventus.
G. V. 11. 65. 2. E tosto con uscimenti miseri, e dolorosi.
M. V. 7. 10. Mostrandogli quanto erano varj, e non sicuri gli uscimenti delle battaglie.
Tes. Br. 6. 16. E hanno dubbioso uscimento, cioè dubbioso fine. E cap. 29. La prudenza sì misura i comandamenti, e gli uscimenti delle cose.