uscire

(Reindirizzato da uscirono)
Ricerche correlate a uscirono: arrivare, divertirsi

uscire

(u'ʃire)
verbo intransitivo aus. essere
1. andare o venire fuori da un luogo chiuso o delimitato uscire di / da casa uscire dall'acqua uscire in piazza
essere dimesso
dimenticare
divagare
figurato ritirarsi dopo aver ricoperto una carica importante
2. andare fuori casa per svagarsi uscire con gli amici
3. detto di sostanza, venire fuori dal recipiente che la contiene L'acqua esce dal rubinetto. Dal forno esce un profumo di pane. Il gas è uscito dalla bombola.
4. oltrepassare un determinato livello, andare fuori da uno spazio assegnato Il lago uscì dagli argini. Il treno uscì dai binari. L'auto uscì di strada.
5. essere sorteggiato Che numeri sono usciti?
6. essere pubblicato Quando uscirà il suo secondo libro?
7. essere presentato al pubblico È uscito il suo nuovo film. È uscita una nuova versione della Ferrari.
8. figurato cessare di trovarsi in uno stato, una condizione e sim. uscire dall'infanzia uscire dall'incertezza
impazzire
9. staccarsi da un gruppo, un'associazione e sim. uscire dal club
10. inform. interrompere l'esecuzione di un programma uscire da un'applicazione

USCIRE.

Andare, o venir fuora, contrario d' entrare. Lat. exire, egredi.
Bocc. n. 77. 30. In su l' ora del primo sonno, di casa chetamente uscita. E nov. 79. 42. Sì sforzò di rilevarsi, e di volersi aiutar, per uscirne. E nov. 89. 7. Avvenne, che uscendo, con un' altro giovane, chiamato Iosefo. E nov. 99. 8. Messere, poichè ben vi sentite, tempo è d' uscire infermería.
Petr. Son. 214. Uscita è pur del bello albergo fuora.
Dan. Par. 4. Non n' usciresti pria saresti lasso. E Inf. c. 8. Ed io, Maestro, già le sue meschite Là entro certo nella valle cerno Vermiglie, come se di fuoco uscite [cioè, come se uscisser] E purg. 24. Qual' esce alcuna volta di galoppo, Lo Cavalier di schiera, che cavalchi.
Bocc. nov. 17. 40. Con lei verso una porta, che verso 'l Mare usciva, solo se n' andò [cioè aveva l' uscita]
¶ Per similit.
Bocc. Introd. n. 5. A chiunque usciva sangue del naso, era manifesto segno. Lat. fluere. E nov. 85. 22. Premendoti tutto non n' uscirebbe tanto sugo, che bastasse ad una salsa. E nov. 65. 6. Infino a tanto, che 'l fistolo uscisse daddosso al suo marito.
Uscir di se, stupefarsi, stupidire, perdere il senno. Lat. obstupescere, stupore corripi.
Bocc. n. 40. 17. Quivi vedendosi, quasi di se per maraviglia uscito.
Passav. 37. Un dì di subito, uscendo di se, fu rapito innanzi al giudicio d' Iddio.
Uscir del proposto: non istar ne' termini. Lat. a proposito aberrare.
Bocc. n. 32. 3. A dire una novella, senza uscir del proposto, da ridere, si dispose.
¶ Dicesi anche uscir di proposito.
E uscir del cammino, non seguitar l' ordine. Lat. ordinem deserere.
Bocc. g. 3. f. 5. Filostrato, per non uscir del cammin tenuto da quelle.
Uscir dell' animo, Non vi pensar più. Lat. de memoria exire.
Bocc. n. 38. 5. Allungandosi da veder costei ella gli uscirà dell' animo.
Uscir di mente, dimenticarsi, scordarsi. Lat. oblivisci.
Bocc. n. 100. 21. Uscito di mente non m' è, che ignuda m' aveste.
Uscir del laccio, del pericolo, liberarsi, strigarsi, svilupparsi. Lat. se extricare.
Bocc. n. 3. 5. Il Saladino conobbe costui ottimamente esser saputo uscir del laccio. E nov. 11. 15. Di così gran pericolo usciti, sani, e salvi se ne tornarono a casa loro.
Uscir di pena, dar fine alla pena. Lat. poena se liberare.
Bocc. n. 77. 43. Fiaccandoti tu il collo, uscirai della pena, nella quale esser ti pare.
Uscir l' ira, pacificarsi. Lat. cessare ab ira.
Bocc. n. 47. 12. Al quale, per avere a morte condotto Pietro, non era l' ira uscita,
Uscire odore, olíre. Lat. odorem spirare.
Dan. Purg. 23. L' odor, ch' esce del pomo, e dello sprazzo.
Uscir del corpo, cacare. Lat. cacare, ventrem exonerare.
Annot. Vang. E farávi dentro i luoghi da mangiare, e i luoghi da uscir del corpo.
Uscir di bocca a uno parole, vale venirgli detto inconsideratamente. Lat. verba excidere.
Traduzioni

uscire

вадя, изваждам, излизам, изскачам

uscire

vypadnout, jít ven, odejít, vycházet, odhlásit se, vyjít, vyrazit si

uscire

gå ud, komme ud, forlade, logge ud

uscire

eliri, foriri

uscire

dar-âmadan, khârej šodan

uscire

disbuccar, exir, publicar se, sortir, venir foras

uscire

toka

uscire

dışarıya çıkmak, çıkmak, dışarı çıkmak, oturum kapatmak

uscire

vykhodyty

uscire

ilmestyä, kirjautua ulos, lähteä, mennä ulos

uscire

izaći, izbaviti se, odjaviti se

uscire

ログアウトする, 公になる, 外出する, 逃げる

uscire

나오다, 떠나다, 로그아웃하다, 외출하다

uscire

gå ut, komma ut, logga ut, ta sig ur

uscire

เปิดตัว, เปิดเผยต่อสาธารณะ, ลงบันทึกออก, ออกไป, ออกไปข้างนอก, ไปเที่ยว

uscire

đi chơi, đi ra, truy xuất, xuất hiện

uscire

退出

uscire

[uʃˈʃire] vi irreg (aus essere)
a. (persona, andare fuori) → to go out, leave; (venire fuori) → to come out, leave; (a piedi) → to walk out; (a spasso, la sera) → to go out
uscire in automobile → to go out in the car, go for a drive
uscire a prendere il giornale → to go for the paper
lasciatemi o fatemi uscire! → let me out!
uscite! → get out!
uscire da (posto) → to go (o come) out of, leave (carcere) → to get out of
uscire da o di casa → to go out
è uscito dalla porta di servizio/per la finestra → he left by the tradesman's entrance/got out through the window
da dove sei uscito? → where did you spring from?
uscire dall'acqua/dal letto → to get out of the water/of bed
b. (oggetto, gen) → to come out
la merce che esce dal paese dev'essere dichiarata → goods leaving o going out of the country must be declared
c. (giornale, libro) → to come out; (disco, film) → to be released; (numero alla lotteria) → to come up
d. (andar fuori, sconfinare) uscire dagli argini (fiume) → to overflow its banks
uscire dai binari (treno) → to leave the rails
uscire di strada (auto) → to go off o leave the road
l'acqua sta uscendo dalla vasca → the bath is overflowing
uscire dall'ordinario → to be out of the ordinary
e. (passare da una condizione a un'altra) uscire dall'adolescenzato leave adolescence behind
uscire da una brutta malattia → to recover from o get over a bad illness
è uscito bene da quella storia → he came out of that business well
è uscito illeso dall'incidente → he emerged from the accident unscathed
f. (fraseologia) chissà cosa uscirà da tutta questa storia?who knows what will come of all this?
se ne uscì con una delle sue → he came out with one of his typical remarks
uscire dai gangheri → to fly off the handle
uscire di senno o di sé → to fly into a rage
mi è uscito di mente → it slipped my mind