vantamento

VANTAMENTO.

Il vantarsi. Lat. iactantia, iactatio, superbia.
Tes. Br. 7. 82. Di superbia viene orgoglio, e dispetto, e vantamento.
Lib. Sagram. P. N. Il peccato del vantamento.
Mor. S. Greg. Dicendo ch' egli avea detto quelle parole con vantamento.
Collaz. S. Pad. A quelli, che non ne son degni, e che la ricevono con fastidio, non cadesse in vizio di vantamento. E appresso. Lo settimo, vantamento, o vero vanagloria: l' ottavo, superbia.
Retor. Tull. E vegnendo con loro, dicendo molte parole di suo vantamento. E appresso. Non so che dicendo di suo vantamento.